15 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

16 marzo 2023

Terna, elettrodotto sottomarino da 140 mln fra l’Elba e la terraferma

L’opera è nel Piano di sviluppo che prevede 1,7 miliardi di investimenti per la rete elettrica in Toscana nei prossimi 10 anni.

Terna ha avviato nel mese di febbraio 2023 le attività di posa del cavo sottomarino a 132 kV, fulcro dell’elettrodotto sottomarino da 37 km che collegherà l’Isola d’Elba alla rete elettrica della terraferma, opera da circa 140 milioni di euro. E’ questa una delle opere parte del Piano di sviluppo 2023 di Terna, che prevede per la rete elettrica in Toscana un impegno di oltre 1,7 miliardi di euro nei prossimi 10 anni, cifra che pone la regione al primo posto per investimenti nel Centro Italia.

L’azienda, con 215 persone impegnate nello sviluppo e nella manutenzione della rete elettrica regionale, gestisce in Toscana oltre 5.613 km di linee in alta e altissima tensione e 55 stazioni elettriche. Il nuovo elettrodotto dell’Elba, spiega Terna, sarà “completamente ‘invisibile'” e “contribuirà a migliorare la qualità del servizio elettrico locale, garantendo importanti benefici in termini di sicurezza, affidabilità e sostenibilità ambientale”. La realizzazione di una nuova stazione a 380 kV nell’area di Piombino, a sua volta, “consentirà di migliorare l’affidabilità del servizio e la qualità di esercizio ottimizzando le infrastrutture sul territorio e minimizzandone l’impatto complessivo”.

A livello regionale, è previsto inoltre il completamento della linea a 380 kV Colunga–Calenzano, di oltre 80 km, che collegherà le stazioni elettriche esistenti di Colunga, in provincia di Bologna e Calenzano in provincia di Firenze, garantendo, secondo Terna, maggiore efficienza e capacità di scambio tra le aree Nord e Centro-Nord. L’infrastruttura verrà realizzata in sostituzione dell’attuale elettrodotto costruito oltre 60 anni fa, e consentirà di restituire alle comunità locali oltre 200 ettari di territorio.

Le nuove dorsali Terna che passano dalla Toscana

La principale novità introdotta dal Piano di Sviluppo 2023 è la rete Hypergrid, che sfrutterà le tecnologie della trasmissione dell’energia in corrente continua (Hvdc, High Voltage Direct Current) per raggiungere gli obiettivi di transizione e sicurezza energetica. Terna ha pianificato cinque nuove dorsali elettriche per un valore complessivo di circa 11 miliardi di euro: tra queste, la cosiddetta ‘Hvdc Milano-Montalto’, che collegherà il Lazio alla Lombardia tramite una dorsale di oltre 400 km passando anche per la Toscana, e comprenderà un tratto marino da Montalto (Viterbo) ad Avenza (Massa Carrara), con l’ammodernamento e la riconversione a 500 kV in corrente continua di linee aeree esistenti proprio dalla zona di Avenza verso il sud della Lombardia.

Il nuovo collegamento ‘Central Link’, a sua volta, ricostruirà gli elettrodotti a 220 kV tra Umbria e Toscana, e collegherà le stazioni elettriche di Villavalle (Terni) e Santa Barbara (Arezzo): l’opera, sostiene Terna, permetterà di trasferire in sicurezza l’energia dal Centro Italia verso le aree di carico della Toscana.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

15 aprile 2024

Regioni del vino, la Toscana è al primo posto

Leggi tutto
Territorio

12 aprile 2024

Produzione industriale ancora in calo a fine 2023 per la Toscana

Leggi tutto
Territorio

12 aprile 2024

Museimpresa, apertura speciale dell’Archivio Bitossi a Montelupo Fiorentino

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci