30 marzo 2023

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

10 marzo 2023

Startup in vetrina, Costa toscana protagonista anche in Europa

La livornese Seares, finalista al Blue Invest Day di Bruxelles, guida la carica delle nuove imprese verso Klimahouse, Seatec e Compotec.

La Toscana delle startup si affaccia alla primavera con nuovi protagonisti. La livornese Seares, che ha sviluppato il sistema di ormeggi Seadamp che ricava energia pulita dal moto ondoso, ha raggiunto la finale del Blue Invest Day, principale evento europeo di matchmaking sulla blue economy. Tre startup innovative selezionate da Confindustria Livorno Massa Carrara partecipano invece a Klimahouse, la manifestazione internazionale di riferimento per il risanamento e l’efficienza energetica che si tiene a Fiera Bolzano fino all’11 marzo.

La toscana Seares è una delle due startup innovative che l’Italia ha schierato tra le sedici finaliste selezionate a livello europeo per il Blue Invest Day, evento che ha riunito a Bruxelles innovatori, imprenditori e investitori, promosso dalla Commissione europea, in collaborazione con il Fondo europeo per gli investimenti. “Si prevede che i nuovi prodotti e servizi clean tech nei settori della blue economy – si legge in una sintesi del report della Commissione europea – diventeranno sempre più interessanti per gli investitori, con l’energia rinnovabile blu, la gestione delle acque e le biotecnologie blu che si distinguono per le opportunità di investimento molto interessanti”.

La sfida blu (e green) di Seares

Fondata nel 2018, ha ottenuto un seed investment di 400mila euro nel 2020 e a fine 2021 ha chiuso un round da 900mila euro, sottoscritto dal Fondo Rilancio Startup del Mise, Selected Investments e altri investitori privati. Seares è la prima azienda italiana del settore i cui prodotti sono stati validati da una compagnia assicurativa (Vittoria Assicurazioni), in quanto idonei a garantire una maggiore sicurezza dell’ormeggio. Nel dicembre scorso la startup ha ricevuto il premio 2022 dell’Associazione Nazionale Giovani Innovatori, nella categoria Aerospace and Robotica.

“Seares fin dal principio idea e progetta i suoi prodotti – spiega Giorgio Cucè, fondatore e amministratore delegato di Seares – in ottica di circolarità. La scelta dei materiali usati ne è l’emblema: gli acciai sono rifondibili per dar vita a nuovi Seadamp, e l’olio è prodotto da oltre il 70% da fonti vegetali e 100% biodegradabile. La nostra startup contribuisce a rendere imbarcazioni e porti più green supportandoli nell’affrontare le sfide della transizione energetica, verso un’economia neutra in termini di emissioni di carbonio entro il 2050, una delle ambizioni annunciate nel Green Deal europeo”.

Nautica ed efficienza energetica, ecco le nuove proposte

A Klimahouse sarà presente l’Albero della Dirac, purificatore d’aria brevettato con nanotecnologia di disinquinamento che rimuove il 99% degli inquinanti attraverso l’ossidazione fotocatalitica, trasformandoli in una sostanza innocua. Moiwus, a sua volta, presenterà l’impianto ad alto valore tecnologico per il recupero delle acque, che tratta in modo innovativo i reflui di scarto. PopToPack, invece, presenterà il suo dispositivo a base di mais che mira a ridurre l’utilizzo della plastica negli imballaggi.

Il coordinamento delle startup della costa toscana avrà inoltre un’area dedicata nelle manifestazioni Seatec, mostra della tecnologia, della componentistica, del design e della subfornitura applicate alla nautica da diporto, e Compotec Marine, rassegna internazionale compositi e tecnologie correlate, in programma il 16 e 17 marzo a Carrara. Apuana Sb, Atuq, Eye Tech, Moiwus e Tecnocreo presenteranno le proprie tecnologie innovative.

“Ho voluto fortemente costituire questo luogo di insieme su misura delle nostre startup di valore – ha dichiarato Andrea Arienti, presidente della sezione Terziario innovativo di Confindustria Livorno Massa Carrara -, supportandole con iniziative tangibili e concrete, con l’obiettivo di aumentare la visibilità dei propri progetti innovativi d’impresa e intercettare occasioni di networking e di crescita”.

Nuove idee da Impresa Campus Unifi 2022

Per quanto riguarda gli spin-off universitari, il team di Ri-Vetro si è aggiudicato il primo posto della finale di ‘Unifi Startup Campus: startup e progetti d’impresa 2022’, evento conclusivo della seconda call di Impresa Campus Unifi 2022, percorso di formazione dell’Università di Firenze realizzato in collaborazione con Fondazione per la ricerca e l’innovazione, e con il contributo con Fondazione Cr Firenze. Ri-Vetro propone alle aziende del settore vitivinicolo una soluzione per prolungare la vita dei contenitori integri di vetro, con un sistema di raccolta, sanificazione e immissione sul mercato che si traduce in un risparmio economico e ambientale.

Secondo piazzamento per il progetto Erlis, che punta a offrire alle imprese del comparto edile delle soluzioni innovative e sicure per ottimizzare tempi e costi per la realizzazione di prefabbricati. Al terzo posto il progetto Cicero che offre un servizio di consulenza, rivolto a team di ricercatori in ambito biomedico, per il reperimento di bandi di finanziamento e di supporto per superare aspetti burocratici e tecnici.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Startup

22 marzo 2023

“In 5 anni exit e quotazioni per le startup toscane”

Leggi tutto
Startup

14 marzo 2023

Italian Lifestyle, chi sono le startup selezionate

Leggi tutto
Startup

01 marzo 2023

Si selezionano startup per il programma Talentis

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci