31 gennaio 2023

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

13 dicembre 2022

Sostenibilità, Banco Bpm finanzia le aziende di Confindustria Toscana nord

Previsti due plafond: da 80 milioni per il caro-energia e da 50 milioni per raggiungere gli obiettivi Esg e la transizione energetica.

Silvia Pieraccini

Finanziamenti per affrontare la transizione energetica, per raggiungere obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale e di governance (Esg) e per tamponare il caro-bollette: sono quelli che Banco Bpm s’impegna a erogare, a condizioni di favore, alle mille aziende associate a Confindustria Toscana nord (che opera nelle province di Prato, Pistoia e Lucca) grazie all’accordo firmato oggi, 13 dicembre, tra le due parti.

Per adesso sono previsti due plafond: 80 milioni per il caro-energia, e dunque per le aziende che hanno risentito fortemente dell’aumento dei costi energetici e hanno bisogno di riequilibrare la situazione finanziaria; 50 milioni per gli obiettivi Esg e l’efficienza energetica, riservati alle imprese che vogliono investire in sostenibilità: in questo caso il credito (a breve, medio o lungo termine) potrà prevedere tassi di interesse agganciati agli obiettivi di miglioramento ambientale, sociale o di governance fissati insieme con la banca.

Banco Bpm ha erogato quattro miliardi in Toscana negli ultimi tre anni

“E’ un accordo molto importante, che rafforza la vicinanza tra le nostre aziende e Banco Bpm – ha detto il presidente di Confindustria Toscana nord, Daniele Matteini, presentando l’intesa in una conferenza stampa – . Siamo convinti che questo legame sia destinato a durare nel tempo”.

“La Toscana è una regione in cui stiamo crescendo – ha spiegato Adelmo Lelli, responsabile Direzione Tirrenica di Banco Bpm – negli ultimi tre anni qui abbiamo erogato credito per oltre quattro miliardi di euro e siamo cresciuti negli impieghi verso le aziende di oltre 1 miliardo. Lucca, Pistoia e Prato sono aree imprenditoriali che ci interessano e la sfida, insieme con Confindustria, sarà quella di dare continuità al benessere di questi territori”. Da gennaio Banco Bpm ha intenzione di organizzare incontri con le aziende delle tre province per spiegare nel dettaglio i contenuti dell’accordo, la flessibilità in termini di rimborso che può essere prevista e l’aggancio agli obiettivi di sostenibilità.

“Siamo convinti che la sostenibilità sia fortemente connessa con la competitività delle aziende – ha detto Fabia Romagnoli, vicepresidente di Confindustria Toscana nord con delega alla sostenibilità – in questa fase in cui sono in arrivo i bandi del Pnrr e dei nuovi fondi europei è fondamentale per le aziende avere la liquidità necessaria per parteciparvi, e anche per questo poter contare su finanziamenti bancari è importante”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Banche

15 dicembre 2022

Illimity Bank finanzia il relais Borgo Santo Pietro

Leggi tutto
Banche

11 novembre 2022

Banca Mps, ok allo “scivolo” per oltre 4.000 dipendenti

Leggi tutto
Banche

04 novembre 2022

Banca Mps, concluso l’aumento di capitale

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci