26 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

14 marzo 2022

“Skill digitali e sostenibilità per i mestieri del futuro”

E’ la visione di Andrea Malacrida, ad di Adecco, che all’argomento ha dedicato il suo libro “Immaginare il lavoro”.

Oggi i profili professionali più in crescita sono quelli degli specialisti delle risorse umane e degli addetti alla cura della persona, ma per i mestieri del futuro saranno sempre più necessarie skill legate ai nuovi orizzonti digitali e alla sostenibilità. E’ la visione di Andrea Malacrida, amministratore delegato di Adecco, che all’argomento ha dedicato il suo libro “Immaginare il lavoro”, presentato a Firenze nell’ambito di un roadshow promosso da Adecco con Feltrinelli e Marsilio che tocca dieci città italiane.

Dal punto di vista normativo, l’amministratore delegato di Adecco è favorevole a una mggiore flessibilità, rimodulando il sistema delle tutele per far sì che comprende anche chi oggi ne è tagliato fuori. Ma soprattutto, secondo Malacrida, servono politiche attive del lavoro in grado di supportare processi di reskilling e upskilling delle persone, in modo da renderle preparate alle esigenze manifestate dalle aziende, e quindi potenziare la loro occupabilità. “C’è una forte difficoltà nel colmare lo skill shortage”, sostiene il manager, secondo cui “c’è un’obsolescenza delle competenze rispetto alle aspettative, e dunque un disallineamento fra le competenze attese e quelle trovate sul mercato”.

Bisogni di breve periodo, esigenze a lungo termine

Secondo Adecco, in Toscana i profili professionali più in crescita e ricercati dalle aziende nel 2021 sono stati gli specialisti delle risorse umane (+165%), seguiti dagli addetti alla sorveglianza dei bambini (+138%), e dai conducenti di mezzi pesanti e camion (+119%). Il quarto e quinto posto sono occupati da responsabili acquisti e addetti all’assistenza personale a domicilio, profili che sono cresciuti del 95% e del 91% rispetto all’anno precedente.

Ma questa, per Malacrida, è solo la foto dell’oggi. “I bisogni di breve periodo sono una cosa. Rispetto alla situazione pandemica e all’immediato post-pandemia, ci sono settori balzati sotto i riflettori in modo evidente. Penso alla cura della persona, al mondo della logistica che con il delivery è esploso. E c’è tutta la parte legata a una nuova modalità di gestione dei bisogni aziendali legata alla comunicazione, all’engagement delle persone, alla gestione del lavoro a distanza. Per questo c’è un’urgenza su certi profili legata alla situazione contingente, ma bisogna guardare cosa succederà nel giro di tre anni: ed è ovvio che il digitale la fa da padrone”.

Le skill dei mestieri del futuro: analisi digitali, sostenibilità

La previsione è che ci sia sempre più bisogno, in prospettiva, di data analyst e data scientist come professioni determinanti, specialisti in analisi digitali applicate all’intelligenza artificiale o alla previsione dei dati “Ma c’è anche – sostiene Malacrida – tutto l’ambito della sostenibilità. non solo legato al mondo green, e il Pnrr ne fa un capitolo molto forte”. Infine, le eccellenze italiane tradizionali, dal turismo al made in Italy della manifattura: due ambiti in cui la Toscana ha una buona base di partenza.

La sfida più immediata è quella che si apre dopo la fine dello stato d’emergenza, che cesserà il 31 marzo. La pandemia, per Malacrida, ha dato l’opportunità di capire “come provare a gestire il bilanciamento fra lavoro da casa e lavoro in azienda, e come ridefinire delle regole di smart working”. Dunque, anche se “concretamente dal 31 marzo cambierà ben poco, non ci saranno degli sconvolgimenti, riprenderemo gradualmente quello di cui ci siamo già riappropriando nelle ultime settimane”, sostiene l’amministratore delegato di Adecco, adesso “ridefiniamo delle regole di lavoro da remoto e dall’ufficio, e investiamo in maniera intelligente sulla parte digitale”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Mestieri

02 maggio 2022

Autolinee Toscane forma “in casa” i nuovi autisti

Leggi tutto
Mestieri

22 aprile 2022

Tirocini nelle botteghe artigiane (pagati da Fondazione Cr Firenze)

Leggi tutto
Scuola

20 aprile 2022

Life sciences, subito al lavoro 4 diplomati su 5 di Its Vita

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci