27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Sviluppo

16 ottobre 2023

Qaplà, 5 milioni per internazionalizzarsi

La società toscana che snellisce la gestione delle spedizioni degli e-ecommerce chiude un round di serie A.

Qaplà, la società nata a San Casciano Val di Pesa (Firenze) nel 2014, il cui software semplifica e potenzia la gestione delle spedizioni degli eCommerce e massimizza l’esperienza del cliente attraverso la cura del marketing post spedizione, ha annunciato la chiusura di un round di serie A da 5 milioni di euro. Attraverso le nuove risorse, la società vuole proseguire il processo di internazionalizzazione iniziato tre anni fa, continuando la propria espansione sul territorio europeo. L’obiettivo è l’ingresso in nuovi mercati come Germania e Regno Unito e il rafforzamento della propria posizione sul mercato spagnolo, in cui Qaplà è già attiva dal 2020. 

L’operazione è stata guidata da Blacksheep

L’operazione è stata guidata, in qualità di lead investor, da BlackSheep, primo fondo di venture capital verticale europeo specializzato in investimenti nel segmento Madtech. Al round hanno partecipato anche CDP Venture Capital SGR attraverso il fondo Acceleratori, il Fondo di Venture Capital gestito da SIMEST per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il fondo di co-investimento regionale Toscana Next, istituito e gestito da CDP Venture Capital SGR e sottoscritto dalle principali fondazioni di origine bancaria della Regione Toscana (Fondazione CR Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Caript, Fondazione Monte dei Paschi di Siena) per massimizzare gli investimenti in innovazione destinati al territorio. L’operazione è stata coordinata da Giuseppe Arturo in qualità di advisor finanziario, mentre gli aspetti legali sono stati seguiti dallo Studio Chiomenti di Milano, dall’avvocatessa Lucia Occhiuto e dall’avvocato Davide Di Maio.

L’obiettivo è un ampio piano di sviluppo in Europa

Il recente aumento di capitale si inserisce in un ampio piano di sviluppo a livello internazionale dell’azienda, già avviato con una prima tranche di finanziamenti da 950mila euro ottenuti a novembre 2020. Ad oggi la PMI fiorentina, che conta più di 40 dipendenti dislocati tra la sede italiana e il polo operativo presente sul mercato spagnolo, ha raggiunto una quota di 2 milioni di spedizioni mensili gestite. Nata nel 2014 da un’idea di Roberto Fumarola e Luca Cassia, professionisti con 20 anni di esperienza nel mondo dell’e-commerce, Qaplà ha sviluppato una piattaforma all-in-one che semplifica le attività degli eCommerce centralizzando la gestione delle fasi post acquisto, dalla stampa delle etichette, al marketing post spedizione fino alla gestione dei resi. Soluzione scalabile adatta anche agli eCommerce che gestiscono un grande volume di ordini al mese, combina la sua anima tech con un approccio che pone al centro il cliente e rende il servizio personalizzabile in funzione delle sue specifiche esigenze.

Il Ceo Fumarola: “Ci espanderemo per accogliere nuovi talenti”

“La chiusura di questo secondo round ci permetterà di continuare ad innovare il mondo dell’e-commerce – dice Roberto Fumarola, Ceo e cofondatore di Qaplà – e di proseguire nel progetto di internazionalizzazione. L’espansione sarà inoltre l’occasione per accogliere nuovi professionisti e talenti rafforzando ulteriormente il nostro team. Infine, l’operazione consentirà di continuare quel percorso virtuoso che ci ha permesso nel corso del tempo di fare impresa, coniugando i risultati economici con le performance ambientali. Confidiamo, infatti, nei prossimi anni, di perseguire importanti traguardi che confermano il nostro impegno di responsabilità”.

“Qaplà è un esempio di quanto il nostro Paese sappia produrre tecnologia – dice dal canto suo Umberto Bottesini, Co-Founder e Managing Partner di BlackSheep – in particolare soluzioni software innovative in grado di trovare adozione da parte della domanda a livello internazionale, in mercati ad elevata competizione come quelli dell’e-commerce e del digital marketing. Il nostro fondo, grazie a una lunga esperienza nel settore, ha specificamente l’obiettivo di supportare l’innovazione italiana ed europea. Il team di BlackSheep riesce a individuare società meritevoli come Qapla’ e supportarle con una strategia industriale mirata a sviluppare ulteriormente il prodotto per esportarlo e renderlo competitivo”.

“Innovativa proposta all-in-one”

“Siamo al fianco di Qapla’ dal principio della loro avventura e crediamo fortemente nella loro innovativa proposta all-in-one per l’ottimizzazione dei processi di e-commerce e nel loro piano di crescita sul mercato italiano ed internazionale, in linea con la missione del Fondo Acceleratori di investire nelle fasi iniziali per continuare a supportare nelle fasi successive – commenta Stefano Molino, Senior Partner e Responsabile fondo Acceleratori di Cdp Venture Capital Sgr -. Oggi siamo particolarmente orgogliosi di aver portato in questo round anche le risorse del fondo Toscana Next, istituito grazie alle maggiori Fondazioni bancarie regionali per massimizzare l’impatto degli investimenti sul territorio e del Fondo di Venture Capital gestito da Simest volto a sostenere i progetti di internazionalizzazione delle migliori realtà imprenditoriali, a conferma che facendo rete si possa veramente incidere sul futuro dei campioni nazionali dell’innovazione”.

Il segreto di Qaplà: semplificazione e personalizzazione

Qaplà è il software che semplifica la gestione delle spedizioni eCommerce e trasforma le comunicazioni sullo stato di consegna degli ordini in un forte strumento di marketing. La piattaforma all-in-one gestisce, monitora e controlla tutte le fasi delle spedizioni: dalla creazione dell’etichetta in 3 semplici clic, al tracking, fino alla personalizzazione di email, tracking page e notifiche attraverso un semplice editor Drag&Drop e/o Html. In queste comunicazioni è possibile inserire banner, richieste di recensioni, prodotti correlati e coupon e sfruttare il momento in cui l’attenzione dei clienti è alle stelle. Come è possibile? L’open rate di queste comunicazioni raggiunge il 70%. Qaplà si integra con oltre 180 corrieri nazionali e internazionali e i principali Cms e Marketplace per creare un’unica torre di controllo a portata di click. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Sviluppo

22 maggio 2024

Alia, al via a Prato i lavori per l’hub del tessile

Leggi tutto
Sviluppo

16 maggio 2024

Firenze Fiera, canone ridotto del 33% per la Fortezza e possibile futuro ‘stand alone’

Leggi tutto
Sviluppo

29 aprile 2024

Ricerca e sviluppo, quasi 900 imprese partecipano ai bandi della Regione

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci