28 settembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

06 maggio 2022

Pharma Valley toscana, parte l’hub logistico di settore

Al via la costruzione di un magazzino digitalizzato da 30mila mq e 65mila posti-pallet all’interporto di Livorno. Ecco gli attori.

Silvia Pieraccini

una soluzione logistica Bcube (foto dal sito Internet)

Ci sono voluti anni di confronto, ma finalmente la piattaforma logistica toscana a servizio delle aziende farmaceutiche, nutraceutiche e di medical device è pronta a partire. La prima pietra sarà posata in luglio all’interporto livornese di Guasticce e porterà, nella prima fase (entro metà 2024), alla costruzione di 30mila metri quadrati e 65mila posti-pallet (che a regime saliranno a 125mila). Sarà un hub all’avanguardia per livello di digitalizzazione, ideato dalla rete d’imprese ‘Toscana Pharma valley’ (cui aderiscono in nove: Molteni, Eli Lilly, Aboca, Abiogen, Galenica Senese, Kedrion, Diesse Diagnostica, El.en e Gsk come sostenitore) con l’advisor Kpmg e il supporto della Regione.

Cinque aziende ai nastri di partenza

Per adesso la piattaforma sarà a servizio di cinque gruppi familiari e multinazionali che producono in Toscana: Molteni, Eli Lilly, Aboca, Abiogen e Galenica Senese. Altre aziende potranno aderire in un secondo momento, entrando a far parte della rete d’imprese. L’hub logistico permetterà di ottimizzare la catena distributiva dei farmaci, agevolando l’import-export e contribuendo a ridurre l’impatto sull’ambiente, visto che oggi le aziende toscane utilizzano magazzini situati a Milano e Roma, con dispendio di tempo e emissioni inquinanti.

Bcube ha progettato la soluzione logistica

L’investimento complessivo per la piattaforma sarà di 70 milioni di euro. La rete d’imprese ha selezionato quattro provider: Bcube per la logistica industriale; Dhl per la distribuzione nazionale e internazionale su gomma e via aerea; Maersk per la distribuzione marittima; Palladio per la gestione dell’officina farmaceutica, visto che il centro logistico avrà un’area dedicata alle piccole lavorazioni come il secondary packaging. L’investimento è sostenuto dal fondo P3 Logistic Parks e da Bcube, mentre le aziende utilizzatrici garantiranno i flussi di merce per diversi anni.

L’interporto di Livorno ospiterà la presentazione

La scelta dell’interporto Vespucci è strategica non solo perché attrezzato per la logistica e vicino al porto di Livorno e all’aeroporto di Pisa, ma anche perché destinato a essere inserito nella futura Zona logistica semplificata (Zls), a cui sta lavorando da tempo la Regione per creare corridoi doganali e spingere gli scambi commerciali. Proprio la Regione, ideatrice anni fa del progetto Pharma Valley, ha contribuito alla sua realizzazione individuando il terreno su cui costruire l’hub e seguendo l’iter autorizzativo.

Il progetto della Pharma Valley toscana sarà presentato all’interporto di Livorno martedì 10 maggio dalle aziende della rete insieme con le istituzioni.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

28 settembre 2022

Moda, l’empolese Officina Ciemmeci entra nel polo dei terzisti di lusso

Leggi tutto
Impresa

28 settembre 2022

Sesa non si ferma, Var Group acquisisce Alfasap

Leggi tutto
Impresa

27 settembre 2022

Estra rileva Ecocentro Toscana e cresce nei rifiuti

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci