25 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

18 maggio 2022

Panconesi (LuisaViaRoma) riparte dal meta-fashion

Al via una collezione di capi Nft indossabili digitalmente nel metaverso o sull’app di gaming Mod4.

Silvia Pieraccini

Andrea Panconesi mette a frutto l’esperienza accumulata negli ultimi vent’anni – nei quali ha trasformato il negozio fiorentino di moda di lusso LuisaViaRoma in potente ecommerce internazionale – e investe sullo sviluppo di Avawear, startup da lui fondata nel 2019 e attiva nella nuova frontiera della moda digitale.

Una community da 500mila persone

Già nel 2020 Avawear ha realizzato la game-app Mod4 che consente di creare avatar, collezionare abiti, partecipare a sfilate virtuali, competere tra utenti, votare stylist, vincere punti del programma fidelity da spendere per l’acquisto di vestiti reali sul sito Luisaviaroma.com. In questo modo Mod4 ha stimolato la nascita di una community di 500mila persone che si sfidano in challenge di stile.

Ora che il mondo digitale ha fatto boom, l’imprenditore fiorentino – che nel settembre scorso ha ceduto il 40% di LuisaViaRoma e la governance al fondo Style Capital – lancia Wear3, un marketplace su cui si potranno comprare capi d’abbigliamento Nft (non-fungible token, sono i certificati che attestano l’autenticità, l’unicità e la proprietà di un oggetto digitale) indossabili digitalmente nel metaverso o sull’app Mod4 o in altri ambienti digitali. La prima collezione Nft verrà lanciata a fine luglio.

Nft di moda digitale, ma anche produzioni fisiche

“Wear3 offre ai creator uno spazio dove mostrare e vendere le proprie opere di digital fashion accanto alle creazioni di grandi brand – afferma un comunicato – e, grazie ad un sistema che incrocia votazioni e popolarità, mette al centro la community che premia i design migliori e detta le linee stilistiche del marketplace”. Il gradimento della community sarà fondamentale perché le creazioni più votate potranno essere prodotte fisicamente e vendute grazie a un Dao, un fondo autonomo gestito sulla blockchain.
“Ho scommesso su gaming e Nft perché rappresentano oggi un nuovo luogo di scambio, di interazione e di relazione – dice Panconesi – così come a suo tempo sono stati l’ecommerce, il blog e i social network”.
Con questo progetto Avawear si posiziona nel panorama internazionale del meta-fashion, dove grandi brand stanno già investendo per costruire il futuro della moda digitale. La particolarità degli Nft venduti su Wear3 è che non sono solo da collezione, ma potranno essere utilizzati sull’app Mod4 e sui metaversi.
I creator possono candidarsi su wear3.io.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

09 giugno 2022

Distretto tessile pratese, accordo per una filiera più “green”

Leggi tutto
Startup

27 maggio 2022

L’app Embarazado vince il premio Eye Firenze

Leggi tutto
Startup

26 maggio 2022

Una startup di Capannori fra le 10 di Up2Stars

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci