8 dicembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

10 novembre 2022

Otto nuove startup per il programma di accelerazione Hubble

Riprende dopo la pandemia il progetto di Fondazione Cr Firenze, Nana Bianca e Fri, che finora ha selezionato 36 aziende.

Dopo lo stop imposto dalla pandemia, sono otto le startup selezionate per partecipare alla settima edizione del programma di accelerazione Hubble, promosso da Fondazione Cr Firenze e Nana Bianca con la collaborazione della Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università di Firenze. Le imprese innovative scelte, presentate in un evento all’Innovation Center di Firenze, sono Blaster Foundry, Purilian, Menaboh, Equixely, Loqui, Binoocle, Fanta Trading, Code Rtd.

Ogni startup selezionata per Hubble riceve un contributo fino a 60mila euro e potrà contare su una mentorship di alto profilo, quattro mesi di sessioni di formazione, servizi digitali per lo sviluppo del business, e la possibilità di far parte dell’ecosistema di innovazione di Nana Bianca e della Città Metropolitana di Firenze. Sono oltre duemila le candidature per Hubble arrivate nel corso degli anni, per la maggior parte da under 30.

In sei edizioni creati oltre 200 posti di lavoro

“Il rapporto tra il capitale investito iniziale dai promotori e i posti di lavoro creati – sostiene Paolo Barberis, fondatore di Nana Bianca – è tra i più efficienti rispetto a qualsiasi altro settore. Si consideri che nel corso delle prime sei edizioni al programma Hubble sono state selezionate 36 startup: sulle loro innovative idee di business sono stati investiti, raccogliendo capitali da investitori, aziende e fondi di investimento, oltre 10 milioni di euro e sono oltre 200 i posti di lavoro creati sul territorio toscano grazie al programma”.

Paolo Barberis, cofondatore di Nana Bianca

Quest’anno, ricorda Barberis, si festeggiano i dieci anni dello startup studio Nana Bianca e anche i dieci anni della legge sulle startup innovative (221/2012). “E’ il momento dei bilanci – afferma -, noi crediamo che la creazione di nuove imprese sia il miglior modo per dare vitalità al tessuto economico locale e nazionale e per sostenere la crescita delle startup serve mettere in campo più capitali, pubblici e privati”.

Per Gabriele Gori, irettore della Fondazione Cr Firenze, dalle startup selezionate può arrivare “una ventata di innovazione a vantaggio del tessuto economico fiorentino. Questo programma è un modo concreto per promuovere una cultura imprenditoriale attenta alle nuove tecnologie e per valorizzare il talento di giovani imprenditori che vogliono sviluppare prodotti in settori all’avanguardia, come la sharing economy, servizi smart city solutions, strumenti digitali al servizio della salute o vogliano lavorare con l’intelligenza artificiale o l’internet delle cose. Partecipare a questo programma significa iniziare a fare sul serio”.

Ecco le otto startup selezionate per Hubble

Blaster Foundry è una startup che lavora su una nuova forma di comunicazione commerciale, l’Advergaming, che sviluppa videogiochi per la promozione di un prodotto o di un brand. Blaster Foundry arricchisce la propria offerta fornendo ai clienti software proprietari e dal semplice utilizzo adatti all’analisi dei dati e alla gestione delle campagne marketing delle aziende.

Purilian è una startup fiorentina che fornisce contenuti musicali per ambienti di vendita. I contenuti sono interamente composti, prodotti e distribuiti utilizzando una tecnologia innovativa proprietaria che attraverso l’Intelligenza Artificiale automatizza la produzione e l’erogazione di contenuti musicali specifici e personalizzati in tempo reale. La tecnologia di Purilian è in grado di comprendere quale sia la miglior melodia in funzione della profilazione del cliente e della sua esperienza di acquisto all’interno di qualsiasi ambiente di vendita.

Menaboh nasce da un team fiorentino tutto al femminile. La startup si pone come obiettivo principale quello di portare innovazione e consapevolezza all’interno del settore dell’abbigliamento. Tramite una piattaforma di ecommerce è possibile acquistare ‘mystery box’ composte da capi vintage, capi rigenerati e pezzi unici di designer indipendenti. Gli utenti scelgono un solo capo che sarà usato come riferimento nella creazione di un look completo e unico nel suo genere. Il prodotto finale è un abbigliamento originale e sostenibile. All’interno della piattaforma ecommerce, le aziende partner possono presentare e vendere le loro nuove collezioni alla community.

Equixely è una startup innovativa che si pone come obiettivo principale quello di aiutare sviluppatori e aziende a creare applicazioni più sicure e ad aumentare la loro sicurezza. Si tratta infatti di una piattaforma SAAS in cui gli sviluppatori possono importare le specifiche standard della loro applicazione (come la definizione Swagger, OpenAPI, GraphQL, ecc.) e una sessione di registrazione facoltativa. Tramite l’implementazione di bot e dell’intelligenza artificiale sarà dunque possibile creare strategicamente scenari di attacco che verranno eseguiti contro le applicazioni in questione, testando la resistenza e sicurezza, così da determinare la loro vulnerabilità e poterla migliorare.

Loqui è una piattaforma online che offre agli utenti la possibilità di creare un percorso terapeutico personalizzato. La missione di Loqui è quella di rendere la consulenza psicologica conveniente e alla portata di tutti, cambiando il modo in cui le persone accedono alla terapia. La startup si rivolge direttamente a psicologi e psicoterapeuti e garantendo la partecipazione di professionisti di alta qualità. Gli utenti della piattaforma sono profilati e assegnati alla figura di supporto più adatta, assicurando facile accesso al supporto psicologico senza rallentamenti o complicazioni inutili lungo il percorso.

Binoocle è una start up emergente che applica gli studi avanzati delle Scienze del Cervello e dell’Intelligenza Artificiale nel business, negli ambienti naturali e nella vita quotidiana. Mirroor è un progetto di Binoocle e nello specifico è un’ app dedicata al mondo del wellbeing. Mirroor rende possibile monitorare lo stato fisico e mentale attraverso modelli specifici di Intelligenza Artificiale che sono in grado di analizzare risposte (sotto forma di audio vocali) a domande che l’app propone quotidianamente all’utente. I modelli di Mirroor riescono quindi ad interpretare la relazione mente-corpo proponendo feedback dedicati a risolvere varie problematiche.

FantaTrading è una startup innovativa fiorentina che nasce con l’obiettivo di promuovere l’educazione finanziaria, è il “fantacalcio” del mondo finanziario. Attraverso un approccio molto pratico, gli utenti dell’app FantaTrading possono cimentarsi in attività di investimento partecipando a diverse competizioni, chiamate Leghe Nazionali, e vincere veri e propri premi. Inoltre l’app fornisce un’intera sezione dedicata all’educazione finanziaria che consente agli utenti, tramite video e contenuti speciali, di imparare concetti base di finanza.

CoDe RTD è una startup che opera nel settore della Multimedia CyberSecurity. Nasce dalla necessità di combattere la condivisione non autorizzata dei contenuti multimediali online. La tecnologia sviluppata infatti permette la ricerca dei contenuti condivisi illegalmente sul web e la relativa raccolta forense di prove informatiche. Questo avviene attraverso una suite of tool (Isma Intelligent Security Multimedia Algorithm) che garantisce la protezione dei contenuti multimediali dalla creazione fino alla diffusione. Questi dati vengono successivamente salvati su un secure cloud e protetti su blockchain.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Startup

25 novembre 2022

Premio Cambiamenti, Cna ha scelto le 4 finaliste toscane

Leggi tutto
Startup

24 novembre 2022

Prato, cinque nuove startup nell’acceleratore Prisma

Leggi tutto
Startup

16 novembre 2022

Zerynth lancia round d’investimento da 5,3 milioni e progetta il salto

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci