25 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

20 giugno 2022

Nascerà a Pisa il nuovo polo logistico per l’oil&gas

G4 Logistics investe 110 milioni di euro per una piattaforma da 400mila metri quadri: in arrivo 300 posti di lavoro.

Un nuovo polo logistico nella provincia di Pisa, per il mondo dell’oil&gas, con oltre cento milioni di euro investiti e 300 posti di lavoro in arrivo. La notizia è stata annunciata da Q4 Logistics, associazione temporanea di imprese composta da Mvn, Msc Mediterranean Shipping Company (Medlog), Fagioli e Fratelli Foppiani, che non si sbottona sulla location precisa: fin qui, si sa solo che sarà realizzata a ridosso della Sgc Firenze-Pisa-Livorno.

Si tratta di una nuova grande iniziativa nel campo della logistica che vede la luce in Toscana: il polo logistico di G4 a Pisa arriverà dopo la piattaforma di Toscana Pharma Valley, che servirà almeno cinque aziende farmaceutiche, ma anche iniziative più piccole come la cantina logistica che Unipol ha realizzato a Montepulciano. Sempre nel campo dell’oil&gas, invece, dal 2015 Baker Hughes ha un importante polo logistico a Guasticce (Livorno).

Una piattaforma da 400mila metri quadri

G4 Logistics nel suo comunicato parla di “una base logistica multifunzionale dedicata a società leader mondiali nel settore Oil & Gas”, progetto che sarà attivo dal primo semestre del 2023. L’investimento previsto è di circa 110 milioni di euro. “Si tratterà di una piattaforma multifunzionale di quasi 400.000 mq di estensione a cui si uniranno alte prestazioni tecnologiche nel settore della logistica industriale. Il nuovo polo logistico avrà un elevato valore strategico per il territorio, dal momento che saranno previste circa 300 assunzioni di personale qualificato entro il primo semestre 2023”.

L’obiettivo dichiarato dell’aggregazione di imprese è “partecipare con successo ai più importanti tender logistici a livello mondiale e concorrere con i maggiori gruppi internazionali del settore. Il punto di forza di questa associazione è la messa a fattor comune dell’expertise e del consolidato know-how dato dalle singole imprese, che, così facendo, possono offrire servizi a 360 gradi in grado di abbracciare tutte le necessità logistiche tipiche dei progetti complessi e di grandi dimensioni, che sempre più necessitano di innovazione ed efficienza”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

24 giugno 2022

Case, in Toscana le compravendite crescono anche nel primo trimestre 2022 (+17%)

Leggi tutto
Territorio

23 giugno 2022

Querci confermato presidente dell’Interporto di Prato

Leggi tutto
Territorio

22 giugno 2022

La Regione salva in extremis la norma sulle semplificazioni Pnrr

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci