26 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

04 maggio 2022

Mascherine nei luoghi di lavoro per altri due mesi

Governo e parti sociali hanno optato per una proroga fino a fine giugno delle misure anti-Covid già adottate.

Tags

Avanti con le mascherine almeno fino a giugno 2022 nei luoghi di lavoro, anche in Toscana: la decisione, valida a livello nazionale, è stata presa nella riunione si è svolta a Roma alla presenza di rappresentanti del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, del ministero della Salute, del ministero dello Sviluppo economico, dell’Inail e di tutte le parti sociali. Una decisione significativa, alla luce dell’entrata in vigore dal 1 maggio delle nuove regole previste dal decreto dello scorso 17 marzo, in virtù delle quali è venuto meno l’obbligo delle mascherine sul posto di lavoro come misura contro il contagio del Covid: le associazioni di categoria, tuttavia, avevano già raccomandato di aspettare il vertice con le parti sociali.

Rimangono dunque le misure previste dal Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19 nei luoghi di lavoro del 6 aprile 2021, che riguarda sanificazione, organizzazione e gestione degli spazi, e appunto anche l’uso delle mascherine, “obbligatorio in tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro, al chiuso o all’aperto”, mentre “non è necessario nel caso di attività svolte in condizioni di isolamento”. Le mascherine, spiega la Uil, “continueranno ad essere fornite dai datori di lavoro come dispositivo di protezione individuale e anche le altre misure presenti dovranno essere rispettate. I Comitati aziendali o territoriali/settoriali continueranno a svolgere un importante ruolo attivo”.

Entro il 30 giugno un nuovo incontro per fare il punto

Il ministero del Lavoro, al termine della riunione, ha annunciato un nuovo incontro entro il prossimo 30 giugno “per verificare l’opportunità di apportare i necessari aggiornamenti al testo del Protocollo connessi all’evoluzione” della situazione epidemiologica. “Tutti i presenti – sottolinea il Ministero – hanno rilevato che, nonostante la cessazione dello stato d’emergenza, persistano esigenze di contrasto del diffondersi della pandemia da Covid-19”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

24 giugno 2022

Case, in Toscana le compravendite crescono anche nel primo trimestre 2022 (+17%)

Leggi tutto
Territorio

23 giugno 2022

Querci confermato presidente dell’Interporto di Prato

Leggi tutto
Territorio

22 giugno 2022

La Regione salva in extremis la norma sulle semplificazioni Pnrr

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci