23 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

25 maggio 2023

Maltempo, estesa all’Alto Mugello l’emergenza nazionale

Quattro milioni di euro stanziati dal governo per i primi interventi di soccorso alla popolazione nei comuni colpiti.

Leonardo Testai

Come preannunciato, il governo ha esteso lo stato di emergenza nazionale ad alcuni comuni di Marche e Toscana colpiti dall’alluvione. La decisione è stata presa dal Consiglio dei Ministri, riunitosi una volta che la premier Giorgia Meloni è rientrata a Roma dopo il sopralluogo nelle zone colpite dell’alluvione in Emilia Romagna insieme alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. Per i primi interventi di soccorso alla popolazione, sono stati stanziati 4 milioni di euro, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali, per i comuni di Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio e di Londa, nell’Alto Mugello.

Al lavoro anche l’Unione dei Comuni

“E’ la modalità giusta e legittima per affrontare anche in queste aree le conseguenze provocate dal maltempo”, ha commentato il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. “Esprimo un ringraziamento al ministro Musumeci per aver rapidamente provveduto”, ha aggiunto il governatore, secondo cui col provvedimento del governo si ottiene “la giusta rapidità di intervento e le risorse necessarie in tutti i territori più duramente colpiti”. Per Giani “come Regione Toscana e come Comuni interessati non ce la faremmo senza lo stato di emergenza nazionale e quindi un po’ di risorse dello Stato per aiutarci a ripristinare ciò che c’era”.

Per quanto riguarda la messa a terra degli interventi, “ho messo a disposizione dei Comuni di Marradi, Palazzuolo sul Senio e Firenzuola la struttura dell’Unione – ha dichiarato il presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello, Stefano Passiatore – così da supportarli nelle fasi di ripristino, progettazione e gestione fondi”. Passiatore ha inoltre rivolto un appello al segretario della commissione regionale Abi, Giorgio Occhipinti, affinché sostenga la proposta di varare una misura rivolta a tutte le banche di sospensione delle commissioni alle donazioni dei privati cittadini per l’emergenza.

“Bisogna tutelare il reddito dei lavoratori”

La decisione del Consiglio dei ministri va incontro alle sollecitazioni arrivate anche dal mondo dell’impresa e del lavoro. “Ci sono nell’Alto Mugello seri disagi – affermano le Rsu Cgil delle aziende della zona – con numerose strade interrotte che stanno compromettendo la normale circolazione di lavoratori e merci verso i luoghi di lavoro e le aziende, in tutti i settori compreso quello agricolo, rischiando di compromettere una situazione già delicata per le difficoltà logistiche della zona a detrimento dell’intera economia locale. E’ necessario che siano messe in campo tutte le iniziative per rimettere a posto velocemente il territorio ed anche per tutelare il reddito dei lavoratori”.

Autore:

Leonardo Testai

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

21 giugno 2024

Osservatorio Findomestic, in Toscana i consumi crescono di più

Leggi tutto
Territorio

21 giugno 2024

Cinquant’anni di Cgil Toscana: vite, storie, nuove mobilitazioni

Leggi tutto
Territorio

21 giugno 2024

Andrea Madonna nel Consiglio generale di Confidustria nazionale

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci