14 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

08 settembre 2022

Lucart aiuta i propri distributori a diventare green (con Banca Intesa e Enel X)

Accordo a tre per ridurre l’impatto ambientale degli operatori “a valle” del settore carta, fornendo loro consulenza e finanziamenti.

Silvia Pieraccini

L’azienda manifatturiera aiuta i propri distributori a diventare più green. E’ il caso di Lucart, gruppo lucchese produttore di carta igienica, asciugatutto, tovaglioli, fazzoletti e carte monolucide con i marchi Tenderly e Tutto (548 milioni di fatturato 2021, +6,5%), che ora apre la strada a una versione allargata dell’accordo di filiera stretto con Banca Intesa Sanpaolo e, in questa occasione, con Enel X, la società del gruppo energetico che si occupa di transizione ecologica.

Impianti fotovoltaici, veicoli elettrici e finanziamenti Esg

Grazie a questo accordo, Lucart offrirà ai propri distributori (perlopiù grossisti di carta) soluzioni per ridurre l’impatto ambientale in tre direzioni: installazione di impianti fotovoltaici sui tetti dei magazzini; elettrificazione delle flotte veicoli per la movimentazione delle merci; finanziamenti e servizi finanziari  legati a specifici obiettivi di sostenibilità.

Più di 1.000 grossisti interessati all’accordo

L’accordo, secondo quanto annunciato in un comunicato, interessa potenzialmente più di 1.000 imprese; Lucart selezionerà gli interessati, ai quali Enel X fornirà consulenza e servizi mentre Intesa Sanpaolo metterà a disposizione linee di finanziamento, servizi di leasing o renting.

“Oggi un’impresa per essere realmente sostenibile deve considerare gli impatti delle proprie merci lungo tutta la filiera, coinvolgendo i partner e condividendo progetti, conoscenze e competenze – afferma Francesco Pasquini, chief sales and marketing officer di Lucart -. Per questo siamo orgogliosi di collaborare con due leader della sostenibilità come Enel X e Intesa Sanpaolo per offrire ai nostri clienti soluzioni efficaci in grado di contribuire alla loro competitività e sostenibilità nel tempo”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

12 aprile 2024

Iren investe 150 milioni a Scarlino per creare un polo dell’economia circolare (al posto dell’inceneritore)

Leggi tutto
Impresa

12 aprile 2024

Intesa Sanpaolo-Sace, 3 milioni per Yachtline Arredomare 1618

Leggi tutto
Impresa

12 aprile 2024

Col mondo in guerra l’impresa cerca forniture più vicine

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci