26 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

09 giugno 2023

L’Alta Scuola di pelletteria si allarga alla maglieria e abbigliamento

Nuova sede formativa a Bagno a Ripoli, dopo quelle di Scandicci e Pontassieve. Il target sono i giovani che vogliono imparare un mestiere.

Silvia Pieraccini

Lavoro in pelletteria

Non solo borse, d’ora in poi l’Alta Scuola di pelletteria formerà giovani che vogliono imparare un mestiere anche nel settore abbigliamento e maglieria. E lo farà a Bagno a Ripoli (Firenze), il Comune in cui si sono insediate di recente la nuova manifattura di borse di Fendi e quella di Givenchy, e dove opera da anni il marchio di moda donna Ermanno Scervino. L’allargamento geografico (attualmente la scuola ha sedi a Scandicci e Pontassieve) e dei corsi consolida l’attività formativa della scuola da cui escono ragazzi che nell’80% dei casi trovano subito lavoro.

Un nuovo polo formativo per qualificare la manodopera

La sede di Bagno a Ripoli, nell’ex scuola di Croce a Varliano, sarà operativa da settembre, grazie a un accordo triennale tra Alta Scuola e Comune., che non solo è proprietario della struttura, ma è anche socio dell’istituto di formazione. “Poter contare sulla presenza dell’Alta Scuola a Bagno a Ripoli – afferma il sindaco Francesco Casini – è un’opportunità importante per tanti giovani che vogliono imparare un mestiere. Ma anche una risposta fondamentale alla crescita esponenziale sul nostro territorio del settore moda, grazie allo sbarco delle principali maison internazionali, di tante aziende locali e dell’indotto con migliaia di posti di lavoro. Il settore aveva bisogno di un nuovo polo formativo per qualificare manodopera e professionalità d’eccellenza”.

Il lavoro a portata di mano (appena finito il corso)

E proprio l’incontro tra offerta e domanda di lavoro è l’obiettivo finora centrato dall’Alta Scuola: “Questo nuovo progetto si rivolge a giovani (e non) – spiega il presidente Franco Baccani – che hanno il desiderio di entrare nel mondo del lavoro in un settore altamente professionalizzante. L’esempio del Comune di Bagno a Ripoli e la missione che la scuola ha sul territorio come acceleratore, rappresentano il modo corretto di fare politiche sociali e attive del lavoro”. Tra le novità della sede di Bagno a Ripoli ci sono appunto i corsi di formazione incentrati su alta maglieria e abbigliamento. 

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

24 maggio 2024

Pelletteria: Sapaf compie 70 anni e cresce con i clienti di nicchia (e con l’AI)

Leggi tutto
Industria

24 maggio 2024

Baker Hughes, nuova commessa multimilionaria in Algeria con Maire Tecnimont

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Orsini presidente di Confindustria, la Toscana applaude

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci