4 febbraio 2023

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

07 marzo 2022

La Toscana premia l’innovazione

Fino a 15mila euro di premio a imprese e start up. E’ il premio Innovazione Toscana 2021, l’iniziativa che vuole sostenere e valorizzare nuove iniziative imprenditoriali.

Un premio per start up, imprese private, in forma singola o aggregata, e persone fisiche, con sede o residenza in Toscana. E’ l’edizione 2021 del Premio Toscana Innovazione. Il riconoscimento riserva due premi in denaro (15mila euro per il primo e 5mila per il secondo classificato) per ogni sezione.

Quattro quelle previste: Start Up Innovative; Ricerca, Sviluppo e Innovazione Digitale; Brevetti; Sostenibilità Ambientale. E’ previsto anche un premio speciale di 5mila euro riservato al miglior progetto realizzato da un’impresa giovanile, presentato in una qualsiasi sezione.

L’iniziativa nasce per sostenere e valorizzare progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso degli ultimi 24 mesi, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali e si siano distinti per aver contribuito allo sviluppo del territorio toscano attraverso una crescita quantitativa e qualitativa delle proprie attività e una forte attenzione all’occupazione, soprattutto giovanile, e ai percorsi di transizione in chiave digitale e di sostenibilità ambientale. Per la presentazione delle candidature c’è tempo fino al 5 novembre (www.premioinnovazionetoscana.it)

L’intento dei promotori

“Il Premio Toscana Innovazione è nato con l’obiettivo di sostenere chi crede nel futuro – sottolinea il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo -. Si tratta di un piccolo sostegno economico, ma soprattutto di un segnale di speranza. Se la tragedia della pandemia ci ha insegnato e lasciato qualcosa, questa è la necessità di anticipare il progresso, per essere al passo con le altre grandi regioni d’Europa. Ai ragazzi e alle ragazze della Toscana vogliamo dire oggi: credete nel futuro. E aiutateci a costruire una Toscana migliore. Ora andiamo nelle Università a presentare questo premio e a parlare di questa sfida a Firenze, Pisa e Siena: lo farò personalmente nei prossimi venti giorni, raccontando anche le storie di successo che hanno caratterizzato i vincitori delle passate edizioni”.

“Il Premio Innovazione è un importante stimolo che il Consiglio Regionale ci ha proposto – dice Maurizio Bigazzi, presidente di Confindustria Toscana – e che abbiamo raccolto con impegno ed entusiasmo per sottolineare la centralità della ricerca e dell’innovazione per le imprese e per la società toscana. È anche grazie e queste occasioni, che siamo capaci di distinguerci come terra di innovazione, di competenze e conoscenze tecnologiche; e di saper fare impresa di qualità”. Secondo il presidente di Confindustria, “innovazione e formazione sono due punti cardine su cui dobbiamo fortemente impegnarci. E come Confindustria Toscana lo stiamo facendo, anche accanto alle istituzioni, a partire dal ruolo fondamentale che gli ITS dovranno giocare”.

“Siamo lieti che il Consiglio Regionale e Confindustria Toscana abbiano voluto affidare al DIH Toscana l’organizzazione e la gestione di questo Premio – dice Fabrizio Bernini –. Lo riteniamo prestigioso, perché capace di accendere i riflettori sulle imprese che vogliono emergere e rafforzare la propria competitività facendo leva sull’innovazione digitale, la sostenibilità ambientale e una nuova cultura aziendale pronta ai cambiamenti; temi sui quali il DIH Toscana lavora ormai da quatto anni per essere al fianco dei tanti imprenditori e dei giovani che scommettono sul loro futuro”

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

03 febbraio 2023

Chimica di base, 14 milioni per il nuovo quartier generale di Todisco Group

Leggi tutto
Impresa

03 febbraio 2023

Luperini si allea con la startup Eigengran per innovare le tecnologie pharma

Leggi tutto
Impresa

03 febbraio 2023

Yachtline cresce (+26%) e apre il terzo stabilimento da 10 milioni a Vicopisano

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci