26 febbraio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

16 gennaio 2024

Jsw Piombino, prorogata per il 2024 la cassa integrazione

Firmato il verbale al ministero del Lavoro: con una ripartizione di risorse da Roma si copriranno i 29 milioni di spesa previsti.

Tags

Ancora un anno di cassa integrazione in deroga alla Jsw Steel Italy di Piombino: è stato firmato al tavolo del ministero del Lavoro il verbale per la proroga fino a gennaio 2025 dell’ammortizzatore sociale a 1.354 lavoratori, di cui una parte in Cig a zero ore, mentre i restanti con un massimo all’85%. Un atto formale che salvaguarda la forza lavoro, mentre prende forma l’accordo fra il governo, Jsw e Metinvest per il nuovo assetto del polo siderurgico della Val di Cornia. La firma, spiega la nota, è avvenuta durante una riunione tenuta con il ministero del Lavoro, un esponente del Mimit, la Regione, Arti per le politiche attive, la direzione del personale Jsw, e le segreterie territoriali di Fim, Fiom, Uilm affiancate dai rispettivi coordinatori Rsu.

L’impegno di spesa previsto è di circa 29 milioni di euro, che per le prime due mensilità saranno coperti dai residui nelle disponibilità della Regione Toscana, pari a 5,5 milioni. La parte restante, secondo quanto prospettato dal governo, arriverà dalla futura ripartizione alle Regioni delle risorse appostate dalla manovra di bilancio. Jsw Steel Italy, secondo quanto emerso dal tavolo, si è impegnata ad anticipare mensilmente l’importo della cassa integrazione come avvenuto negli ultimi anni.

I sindacati: “Bene così, ora via libera a Metinvest”

“Adesso – commentano Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil – è quanto mai prioritario che si vada velocemente alla definizione e alla firma dei due protocolli di intesa propedeutici alla definizione degli accordi programma tra i due soggetti imprenditoriali e il Governo. Da una parte Governo-Metinvest e dall’altra Governo-Jsw, per voltare definitivamente pagina, portare velocemente alla discussione dei due piani industriali per creare il lavoro che da anni chiediamo e risollevare una comunità dal dover vivere ancora di soli sussidi e cassa integrazione”.

Per l’Ugl nazionale metalmeccanici “è fondamentale mettere in calendario una serie di incontri al Mimit dove chiederemo al Governo, di stipulare i due nuovi accordi di programma, in cui, a nostro avviso, dovranno essere inserite precise clausole di salvaguardia e eventuali penali in caso di inadempienze da parte dei due soggetti industriali. Ciò a differenza di quanto fatto nel passato ed entrare nel merito dei piani industriali di Metinvest e Jsw, dove la partita occupazionale è fondamentale e dovrà essere gestita senza alcun impatto per i lavoratori”.

Jsw e Metinvest in attesa dell’ok di Roma

Secondo quanto emerso nei giorni scorsi, il gruppo Jsw ed il gruppo Metinvest-Danieli avrebbero presentato al governo le bozze dei memorandum of understanding sul polo di Piombino, e sarebbero in attesa del via libera: il ministro Adolfo Urso aveva prospettato in occasione della sua visita a Firenze per Pitti Uomo un annuncio a breve, che secondo i sindacati sarebbe dovuto arrivare entro il 15 gennaio, ma l’impegno imprevisto sul dossier Ilva ha fatto slittare i tempi. (lt)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

23 febbraio 2024

Lucca-Pistoia-Prato, l’industria chiude il 2023 a -2,1%

Leggi tutto
Industria

07 febbraio 2024

Nel 2023 Tisg cresce ancora a due cifre, 7 navi al varo nel 2024

Leggi tutto
Industria

06 febbraio 2024

In Toscana l’idrogeno aspetta le rinnovabili (per decollare)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci