26 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

14 aprile 2023

Iren cresce a Lucca: rileva un terzo di Sistema Ambiente

La multiutility del nord è stata l’unica offerente all’asta per il 36,56% in mano a Daneco Impianti (società fallita).

In attesa della crescita della Multiutility Toscana, si muove una multiutility già ben consolidata: dopo lo sbarco nell’Ato Toscana Sud, dove è socio privato di riferimento del gestore Sei Toscana, Iren allarga la propria attività nel campo dei rifiuti in Toscana con un’operazione a Lucca. La multiutility del nord infatti è stata l’unica offerente, in sede di asta fallimentare, per il 36,56% delle azioni di Sistema Ambiente Spa, gestore del servizio per la città di Lucca. La quota era in mano a Daneco Impianti, azienda da tempo in liquidazione e fallita nel 2021. Si trattava della seconda asta, con un prezzo ribassato a 2,383 milioni di euro, contro i 3,310 milioni della prima asta, andata deserta in autunno.

Per il completamento dell’operazione da parte di Iren si dovrà attendere il termine – dieci giorni – entro il quale il Comune di Lucca, socio al 63,36% tramite Lucca Holding, può decidere se esercitare o meno un diritto di prelazione sulle azioni in vendita. Tuttavia, in caso di acquisto, il Comune verrebbe meno alla cosiddetta ‘clausola di salvaguardia’, meccanismo che fino al 2029 consente l’esistenza di un gestore separato per la città di Lucca, fuori dal gestore unico (RetiAmbiente) dell’Ato Costa, nel quale sono già confluite Ascit, Ersu, Geofor, e Sea Ambiente. RetiAmbiente è infatti a totale capitale pubblico, mentre Sistema Ambiente vede la presenza di un socio privato. E fin qui il Comune di Lucca non si è proposto di ripubblicizzare al 100% la società.

Iren aumenta gli investimenti

Nel 2022 Iren ha ottenuto ricavi consolidati per 7,8 miliardi di euro, in aumento del 58,7% a causa dell’incremento dei prezzi delle commodities. L’Ebitda ha superato il miliardo (1.055 milioni), crescendo del 3,8%, mentre l’utile netto è stato di 226 milioni (-25%). Iren ha aumentato a circa 1,5 miliardi gli investimenti lordi (+56%), destinati in gran parte allo sviluppo impiantistico rinnovabile e agli impianti di trattamento rifiuti, alla resilienza delle reti di distribuzione e all’efficientamento energetico degli edifici. Il consolidamento di Sei Toscana e le nuove assunzioni, con il conseguente ingresso nel gruppo di 1.530 persone, portano ad oltre 10.580 il numero complessivo dei dipendenti Iren.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

24 maggio 2024

Pelletteria: Sapaf compie 70 anni e cresce con i clienti di nicchia (e con l’AI)

Leggi tutto
Industria

24 maggio 2024

Baker Hughes, nuova commessa multimilionaria in Algeria con Maire Tecnimont

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Orsini presidente di Confindustria, la Toscana applaude

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci