28 novembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

05 luglio 2022

“Investiremo nel cantiere Benetti di Livorno”

Il gruppo Azimut chiude un bilancio 2022 record, con ricavi a 1 miliardo. Portafoglio ordini a 2,5 miliardi. Cambio di strategia in Toscana.

Silvia Pieraccini

Benetti B.Yond 37 metri, lo yacht green varato a Livorno

Il gruppo Azimut Benetti della famiglia Vitelli, il più grande produttore al mondo di yacht sopra 24 metri, è pronto a sviluppare il cantiere Benetti di Livorno, specializzato in megabarche fino a 100 metri di lunghezza, potenziando capacità produttiva e manodopera. Il primo passo sarà un investimento di 12 milioni, parte di un pacchetto da 130 milioni che il gruppo realizzerà nei prossimi quattro anni nei cantieri piemontese (ad Avigliana), toscani (a Viareggio, oltre che a Livorno), ligure (a Savona) e marchigiano (Fano).

Aumenta l’integrazione dell’azienda col territorio

“Benetti nell’ultimo anno ha seguito la crescita del mercato e ha superato l’andamento medio di almeno cinque punti percentuali – ha spiegato Marco Valle, amministratore delegato del gruppo, presentando a Livorno un nuovo yacht da 37 metri che è il più green della sua categoria -. Livorno ha già oggi la piena produzione garantita fino al 2025-2026, il cantiere sta crescendo e noi assumeremo ancora, abbiamo creato rapporti con le scuole locali e con le Università e vogliamo integrarci di più col territorio”.

Il fatturato supera per la prima volta 1 miliardo di euro

L’annuncio segna una svolta nelle strategie del gruppo Azimut Benetti, spinta dai risultati della divisione Benetti che, nel bilancio 2022 in chiusura a fine agosto prossimo, raggiungerà per la prima volta un risultato positivo. Si tratta di un bilancio dei record: il valore della produzione del gruppo supererà 1 miliardo di euro (+19% sul 2021) e il margine operativo lordo (che era 64 milioni nel 2021) crescerà sempre a due cifre, ancora più del fatturato. I dipendenti del gruppo sono saliti a 2.200 (di cui 1.150 in Piemonte), con 150 assunti solo negli ultimi mesi. La divisione Benetti pesa il 40% dei ricavi.

B.Yond, meno consumi e meno emissioni

Proprio Livorno accoglierà adesso la costruzione del B.Yond, la barca da 37 metri – il cui primo esemplare dal concept innovativo è stato varato ieri, 4 luglio – dotata di un sistema di propulsione ibrido sviluppato in partnership con Siemens Energy che ne fa la più green della sua categoria. “E’ la barca con le minori emissioni al mondo nel proprio segmento – ha spiegato Giovanna Vitelli, vicepresidente del gruppo di famiglia – grazie ai filtri catalitici e al sistema E-Mode Hybrid sviluppato con Siemens Energy, pur in mancanza di una normativa che lo imponesse”. La stima, con un utilizzo medio annuo di mille ore, è una riduzione dei consumi e di Co2 fino al 24% e una riduzione di Nox fino all’85%.

B.Yond è frutto della visione di Paolo Vitelli, patron del gruppo, e dell’architetto Stefano Righini ed è il primo (ne sono già stati venduti nove) di una famiglia che si allargherà presto. “E’ più facile mettere un motore ibrido su una barca di 100 metri – ha spiegato il chief commercial officer del gruppo Azimut Benetti, Sebastiano Fanizza – ma portare l’innovazione su una barca di 37 metri, che ha un parco batterie che le permette di andare in un’area protetta come le Galapagos senza emissioni, è un traguardo di cui andiamo davvero fieri”.

La nautica continua a correre

Il mercato della nautica continuerà a tirare anche il prossimo anno: il budget (prudente) di Azimut Benetti prevede 1,2 miliardi di ricavi nel 2023 (+20%), assicurati dal portafoglio ordini ai massimi storici, superiore ai 2,5 miliardi, che copre la produzione dei prossimi tre anni. Ma le potenzialità non spingono a parlare di quotazione in Borsa: “Non è tra le strategie degli azionisti – conclude il ceo – non c’è alcuna necessità perché la cassa è florida”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

25 novembre 2022

Il 33% delle scatole Ekart a una holding di Hong Kong (ma con capitale italiano)

Leggi tutto
Industria

25 novembre 2022

Una nuova toscana in Borsa: arriva l’idrogeno di Erredue

Leggi tutto
Impresa

24 novembre 2022

Poltronova rilancia per continuare a scrivere la storia del design

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci