27 settembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

30 agosto 2022

Il rigassificatore di Livorno aumenta la capacità

Presentata al ministero la richiesta di passare da 3,75 a 5 miliardi di metri cubi di gas processato ogni anno. In attesa di Piombino.

Silvia Pieraccini

Il rigassificatore offshore Olt al largo della costa livornese

In attesa della nave rigassificatrice da posizionare, secondo le previsioni del Governo, nel porto di Piombino per far fronte all’emergenza gas nazionale, anche Olt – il rigassificatore offshore ancorato dal 2013 a 22 chilometri dalla costa livornese – si prepara ad aumentare la capacità come anticipato da t24 nel marzo scorso e poi confermato dal Sole 24 Ore in luglio.

Un miliardo e 250 milioni di metri cubi di gas in più all’anno

La società Olt Offshore Lng Toscana, partecipata da Snam (49%) e fondo First Sentier (48%), ha presentato al ministero della Transizione ecologica – scrive oggi, 30 agosto, il Sole 24 Ore – la richiesta di aumentare il potenziale dagli attuali 3,75 miliardi di metri cubi all’anno fino a 5 miliardi di metri cubi, senza modifiche alla struttura ma solo alla catena logistica. Olt oggi viaggia a pieno regime e ha saturato la capacità per il 2022-2023.

L’aumento di capacità di Olt andrà di pari passo con quello del rigassificatore offshore di Rovigo (da 8 a 9 miliardi di metri cubi l’anno adesso, che diventeranno 11 miliardi nel 2025) e rappresenta la mossa del Governo per far fronte alle mancate forniture russe che si affianca all’arrivo di due navi rigassificatrici, Golar Tundra a Piombino e Bw Singapore a Ravenna. Per quella di Piombino le polemiche non si fermano.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

23 settembre 2022

Concordato (in continuità) per Fimer, la crisi è finanziaria

Leggi tutto
Industria

20 settembre 2022

La spinta green fa quadruplicare il fatturato di Novatec

Leggi tutto
Industria

16 settembre 2022

A Lucart 101 milioni dalle banche per diventare più green

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci