8 dicembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

09 novembre 2022

Il fondo Dea Capital compra Apicoltura Vangelisti

Ceduto l’85% del capitale dell’azienda di miele di Stia che nel 2021 ha fatturato quasi 18 milioni. Arriva un nuovo ad.

Silvia Pieraccini

I fondi di private equity accelerano gli investimenti nell’agroalimentare, settore dal quale per anni sono stati alla larga, fino all’inversione di rotta avviata circa cinque anni fa. Ora è IDeA Agro, gestito da DeA Capital alternative funds (Gruppo De Agostini) e specializzato nell’agribusiness, ad acquisire l’85% di Apicoltura Vangelisti, storica azienda familiare di Stia (Arezzo) che produce miele per l’industria dolciaria, farmaceutica, alimentare e per la grande distribuzione, attiva principalmente nel mercato italiano. Nel 2021 l’azienda ha fatturato 17,8 milioni di euro con 378mila euro di utile.

Nuovo amministratore delegato per sviluppare i canali serviti

L’azienda fondata nel 1929, che fa capo alla famiglia Vangelisti, produce sia col marchio proprio che con quelli della grande distribuzione. L’ingresso di IDeA Agro nel capitale è finalizzato prima di tutto “ad accelerare il percorso di sviluppo organico – afferma una nota – mediante il rafforzamento del presidio dei canali serviti e dei mercati di approvvigionamento, anche attraverso la promozione di una filiera integrata del miele italiano di qualità”. La famiglia Vangelisti mantiene una partecipazione di minoranza mentre come amministratore delegato è stato nominato Daniele Bragaglia, manager con oltre 30 anni di esperienza nell’industria agroalimentare, di cui gli ultimi 20 nel settore dello zucchero e dei dolcificanti.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

07 dicembre 2022

Gas, Estra Energie vince la seconda gara Cet da 45 milioni

Leggi tutto
Impresa

07 dicembre 2022

Carrara, il distretto del marmo cambia passo

Leggi tutto
Impresa

07 dicembre 2022

Welfare aziendale, le Pmi toscane brillano per sicurezza e inclusione

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci