27 settembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

22 settembre 2022

Firenze, alla Biennale Antiquariato opere per 1 miliardo di euro

Si apre a Firenze la mostra di arte antica che punta a coinvolgere città e giovani: espongono 75 gallerie, di cui 15 straniere.

Silvia Pieraccini

La presentazione della Biaf a Palazzo Corsini

Torna a Firenze, dopo lo stop dovuto alla pandemia, la Biennale dell’Antiquariato (Biaf), la più antica e una delle più importanti mostre-mercato dell’arte antica in Europa, ospitata in una location di grande fascino come il seicentesco Palazzo Corsini affacciato sull’Arno (dal 24 settembre al 2 ottobre) dove oggi, 22 settembre, la rassegna è stata presentata.

Espongono 75 gallerie, di cui 16 toscane

Settantacinque gallerie – 60 italiane e le altre provenienti da Londra, Parigi, New York, Montecarlo e dalla Svizzera – esporranno (soprattutto) dipinti, e poi disegni, sculture, arredi, ceramica e gioielli. Sedici sono le gallerie toscane: 800/900 Artstudio di Livorno; Bacarelli, Guido Bartolozzi, Botticelli, Enrico Frascione, Frascione Arte, Marletta, Poggiali, Morelli, Moretti, Parronchi, Romano, Tettamanti e Tornabuoni Arte di Firenze; Galleria Continua di San Gimignano (Siena); Società di Belle Arti di Viareggio (Lucca). Il valore complessivo di tutte le opere in mostra, stimato dagli addetti ai lavori, si aggira su 1 miliardo di euro.

L’obiettivo è rilanciare la mostra e farne un motore di sviluppo

Con la 32esima edizione la Biennale, presieduta dal sindaco Dario Nardella e guidata dal segretario generale Fabrizio Moretti, fa un altro passo verso il rilancio e il recupero di prestigio (in parte conquistato nel frattempo dal Tefaf di Maastricht, in Olanda), cercando di coinvolgere sia la città di Firenze, con una sorta di “fuori-salone”, che i giovani.

Eventi in città e tecnologia per avvicinare i giovani

Sul primo fronte, nei giorni della Biaf si terrà la Florence Art week, con inaugurazioni di mostre, apertura al pubblico di collezioni, eventi. Sul secondo fronte, la Biennale ha prodotto il videogioco Eternal Memories (scaricabile dalle principali piattaforme di App) che racconta l’arte antica attraverso il gioco, e ha stretto una partnership con Ey per sperimentare il legame tra nuove tecnologie e arte (è prevista una mostra nel Metaverso con le opere premiate nelle precedenti edizioni della Biaf, per vivere anche da remoto un’esperienza immersiva, arricchita da attività interattive).

L’obiettivo di questa edizione è replicare l’affluenza del 2019, quando la Biennale contò 28mila visitatori, puntando sull’arte come motore del turismo di qualità e di posti di lavoro.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

26 settembre 2022

La carica del proporzionale: ecco gli eletti in Toscana

Leggi tutto
Territorio

26 settembre 2022

Rigassificatore di Piombino appeso al nuovo Governo

Leggi tutto
Territorio

26 settembre 2022

Consiglio regionale, Baldini subentra a Montemagni

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci