23 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Industria

03 maggio 2023

Fimer spera: il tribunale accoglie l’offerta Greybull/McLaren

I magistrati si riservano la decisione finale, ma si attende un esito favorevole per l’azienda del fotovoltaico.

Un ok preliminare, accolto con gioia dai lavoratori in presidio: il tribunale di Arezzo ha accettato la proposta del fondo Greybull Capital, titolare della McLaren Applied Technologies, per la Fimer di Terranuova Bracciolini. Questo l’esito dell’udienza di due ore: il tribunale si è riservato la decisione finale, ma istituzioni e sindacati credono adesso a una conclusione positiva per la vicenda, che sta tenendo col fiato sospeso i 280 addetti dell’azienda che produce inverter fotovoltaici, e gli oltre cento dell’indotto.

Un’iniezione di liquidità da 50 milioni

In mattinata un comunicato di Fimer aveva annunciato l’accordo “con l’investitore McLaren Applied / Greybull Capital”, dichiarandosi “convinta di aver eseguito, oltre alle azioni descritte, tutto quanto necessario per consentire la prosecuzione della procedura in essere e l’esecuzione del piano concordatario”. Il cavaliere bianco di questa storia inietterà fino a 50 milioni di euro (e 10 milioni potrebbero arrivare a breve) nelle casse dell’azienda, gravata da oltre 250 milioni di euro di debiti lordi, e con necessità di cassa stimate in 60 milioni.

I lavoratori in presidio hanno accolto con un boato la notizia del primo ok del tribunale, e della prosecuzione del concordato. I sindacati, terminata l’udienza, hanno annunciato che la liquidità è stata ripristinata, e che saranno pagati gli stipendi, bloccati fino a oggi. “Sono quasi due anni che la Fimer è in attesa della svolta – affermano le sigle sindacali – la battaglia non è ancora finita ma possiamo a questo punto tirare un sospiro di sollievo. Di sicuro non molleremo il controllo”.

Esulta la Regione: “Le potenzialità sono enormi”

“L’alternativa al fallimento c’è e con essa la possibilità per riscrivere una storia nuova per un’azienda che ha mercato e potenzialità enormi”. Lo ha dichiarato Valerio Fabiani, consigliere per lavoro e crisi aziendali della Regione Toscana, spiegando che “vigileremo sui prossimi passaggi come abbiamo fatto fin qui, confidando di poterci al più presto confrontare con il nuovo assetto dell’azienda e di parlare del futuro che è lì che ci aspetta e ci spetta”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

20 giugno 2024

Sesa cresce (più del mercato) e nel 2024-25 rafforza il welfare aziendale

Leggi tutto
Industria

20 giugno 2024

Tregua su Amadori, un addio con garanzie (anche per gli avventizi)

Leggi tutto
Industria

18 giugno 2024

Piombino, bonus-welfare per gli operai Jsw (e il 3 luglio si va a Roma)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci