24 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

10 maggio 2024

Faentina, potenziamento da 140 mln. Ad agosto circolazione sospesa e bus sostitutivi

L’opera, interamente finanziata da risorse Pnrr per l’importo suddetto, sarà realizzata in due fasi, una nel 2024, l’altra nel 2025.

La Faentina

La linea Faentina è stata oggetto un incontro in Regione fra gli assessori ai trasporti di Toscana ed Emilia Romagna insieme ad Rfi e i Sindaci dei territori coinvolti. L’incontro arriva all’indomani della lettera spedita dai due assessori al Commissario alla ricostruzione Figliuolo per chiedere un chiaro e preciso cronoprogramma delle operazioni per giungere al più presto al definitivo ritorno alla normalità dopo i fenomeni calamitosi del 2023.

Dopo l’assegnazione da parte della struttura commissariale guidata dal generale Figliuolo di 30 milioni per il ripristino dei movimenti franosi comunicati ieri dal presidente della Regione Giani, nella riunione è stato annunciato un corposo intervento di potenziamento che Rfi eseguirà sulla Faentina.

L’opera, finanziata dal Pnrr, sarà realizzata in due fasi

L’opera, interamente finanziata da risorse Pnrr per un importo di ben 140 milioni sarà realizzata in due fasi – una nel 2024, l’altra nel 2025 – nel rispetto delle rigide scadenze previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. L’intervento farà della Faentina la prima linea in Toscana a disporre del moderno sistema Eertms (European Rail Traffic Management System/European Train Control System), a garanzia di un servizio più regolare e affidabile.

Per svolgere i lavori, RFI propone un’interruzione della circolazione di 30 giorni, dal 3 agosto al 1° settembre. Tuttavia, su richiesta condivisa di Regione e sindaci, tenterà di riorganizzare l’intervento sfruttando le fasce notturne per ridurre al massimo i disagi. Sarà dunque programmato a breve un incontro di aggiornamento, durante cui discutere inoltre del servizio sostitutivo, che la Regione metterà a punto con la collaborazione degli Enti locali.

Nell’ottica di contenere al massimo i disagi e avere cantieri brevi e ben organizzati, come richiesto dalla Regione, nel periodo di interruzione sarà eseguito anche un altro intervento che avrebbe altrimenti imposto un ulteriore stop: con un investimento da 15 milioni, sarà interamente sostituita una delle travate metalliche sul fiume Lamone. (redgs)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

23 maggio 2024

Immobiliare: Engel&Völkers amplia sede a Firenze (ma il problema è trovare case da vendere)

Leggi tutto
Territorio

23 maggio 2024

Fabbrica Europa, Confindustria chiede ai candidati di sostenere l’industria

Leggi tutto
Territorio

22 maggio 2024

Alluvione 2023, la Regione riapre il bando in aiuto alle imprese colpite

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci