26 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

15 aprile 2022

Estra ha collocato un bond da 80 milioni di euro

Il prestito obbligazionario quinquennale sosterrà il piano di investimenti della utility toscana.

Estra ha concluso nella giornata di ieri il collocamento di un prestito obbligazionario di importo pari a 80 milioni: il bond, che avrà una durata di cinque anni, riconosce una cedola annuale del 3,05% e sarà rimborsato alla pari in un’unica soluzione alla data di scadenza. Una mossa per proseguire nello sviluppo dell’azienda, in attesa di una prospettiva più chiara per il progetto di multiutility pubblica toscana. L’emissione, spiega la utility, è infatti “finalizzata al parziale rifinanziamento del debito esistente nonché al sostegno del piano di investimenti del gruppo, nel solco della strategia di diversificazione ed allungamento delle fonti di finanziamento”.

“Migliorano le performance gestionali e finanziarie”

“Nonostante l’attuale contesto di complessità dei mercati energetici e finanziari, acuito dal conflitto tra Russia e Ucraina – dichiara Alessandro Piazzi, amministratore delegato di Estra – il nostro gruppo ha concluso con successo la quarta emissione obbligazionaria della sua storia. La scelta di effettuare questa operazione ha una valenza che riteniamo vada oltre il puro tema finanziario, in quanto è una conferma per i nostri stakeholder dell’apprezzamento che il sistema finanziario sta manifestando rispetto al processo di costante miglioramento delle performance gestionali e finanziarie del gruppo”.

Infatti, spiega Piazzi, “sebbene sia stata impattata dai tassi di mercato bruscamente risaliti a causa delle note dinamiche inflattive, la stessa cedola incorpora comunque un credit spread che rappresenta il punto di minimo nella storia delle emissioni obbligazionarie del gruppo”.

Il bond di Estra, collocato esclusivamente presso primari investitori istituzionali, è stato ammesso a quotazione sul mercato regolamentato gestito da EuronextDublin. Crédit Agricole Corporate and Investment Bank e Mediobanca Banca di Credito Finanziario Spa hanno agito in qualità di Joint Global Coordinators e Joint Lead Managers, Mps Capital Services in qualità di Joint Lead Manager. White and Case ha assistito Estra per gli aspetti di natura legale, mentre le banche sono state assistite da Gianni &Origoni.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

22 giugno 2022

Cessione dei crediti d’imposta, allarme generale in edilizia

Leggi tutto
Sviluppo

22 giugno 2022

Sesa acquisisce Eurolab, è il nono M&A del 2022

Leggi tutto
Impresa

21 giugno 2022

Caffè e ristoranti storici, Nardella propone l’Art bonus

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci