27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

15 maggio 2023

Elezioni amministrative 2023, Conti per un soffio al secondo turno

Il sindaco uscente di Pisa si ferma al 49,96%. Ballottaggi a Siena, Massa, Campi Bisenzio, Pescia e Pietrasanta.

Leonardo Testai

Michele Conti, sindaco leghista di Pisa, ha mancato di un soffio la riconferma al primo turno alle elezioni amministrative 2023, che vedranno dunque 6 ballottaggi nei 6 comuni sopra i 15mila abitanti alle urne in Toscana. Conti ha chiuso al 49,96%, dopo aver veleggiato per quasi tutto lo scrutinio di poco sopra il 50%, staccando il candidato del centrosinistra Paolo Martinelli (41,12%), a grande distanza dal candidato della sinistra radicale Ciccio Auletta (6,73%) e da quella dell’ex Terzo polo Rita Mariotti (1,34%).

Secondo quanto emerso in nottata, a Pisa si è determinato per ore uno stallo su tre sezioni, per le quali è stata necessaria un’accurata verifica dei voti.

Due settimane per sei ballottaggi

Negli altri due capoluoghi di provincia della Toscana al voto per le elezioni amministrative 2023, Siena e Massa, il ballottaggio fissato per il 28-29 maggio è stato certo già dalle prime sezioni. A Siena, dove i dati ufficiali sono arrivati in enorme ritardo, si è classificata prima la candidata del centrodestra Nicoletta Fabio (30,51%) davanti all’avversaria di centrosinistra Anna Ferretti (28,75%): rimangono fuori dal secondo turno i civici Fabio Pacciani (22,65%), Massimo Castagnini (7,19%) ed Emanuele Montomoli (6,79%). A Massa il sindaco uscente Francesco Persiani (Lega-Forza Italia), ricandidatosi dopo la sfiducia in Consiglio comunale, conduce col 35,42%, mentre Enzo Ricci (Pd e Alleanza Verdi-Sinistra) è al 29,95%, distanziando entrambi il candidato di FdI e Nuovo Psi, Marco Guidi, al 19,99%.

Campi Bisenzio va allo scontro a sinistra tra Leonardo Fabbri (30,30%), candidato del Pd, e Andrea Tagliaferri, candidato della sinistra radicale e del M5s (e col sostegno dell’ex sindaco Adriano Chini) che ha ottenuto il 21,30%: fuori dal ballottaggio i candidati del centrodestra Paolo Gandola (Lega-Forza Italia, 19,34%) e Antonio Montelatici (Fratelli d’Italia, 16,27%). “Il ballottaggio lo avevamo messo in conto”, afferma Fabbri, secondo cui “l’apparentamento che vogliamo fare è quello coi cittadini di Campi. Nei prossimi 14 giorni parleremo del futuro della città e non del passato, mettendo al primo posto concretezza e buonsenso”. Ivan Moscardi, segretario fiorentino di Sinistra Italiana, chiede di “scegliere fra la palude continuista rappresentata dal Pd locale, e il cambiamento rappresentato dalla nostra coalizione e dal nostro giovane e preparato candidato”.

Stella: “Gli elettori vogliono un centrodestra unito”

Centrodestra fuori dal ballottaggio anche a Pescia, dove si sfideranno il candidato del Pd, Riccardo Franchi (35,22%) e il candidato appoggiato dal sindaco uscente Oreste Giurlani, Vittoriano Brizzi (29,04%). Scenario ben diverso a Pietrasanta, dove il sindaco uscente Alberto Stefano Giovannetti (Lega-Forza Italia) conduce col 45,43%, contro il candidato del centrosinistra (col M5s) Lorenzo Borzonasca che ottiene il 35,00%, e conta di ereditare i voti del candidato di FdI Massimiliano Simoni (11,23%).

“Questa elezione ci dice, perlomeno dai dati che arrivano ad oggi, che gli elettori vogliono un centrodestra unito, quindi deve servire da monito per la prossima tornata elettorale: mai più divisi”. Lo ha affermato Marco Stella, coordinatore regionale di Forza Italia in Toscana e capogruppo al Consiglio regionale, secondo cui “il segnale è chiaro: gli elettori vogliono un centrodestra unito, poi spetta a noi avere la capacità non solo di tenerlo unito, ma di scegliere il candidato migliore”. Per Luca Baroncini, commissario regionale della Lega e sindaco di Montecatini Terme, “alle prossime amministrative, visto che abbiamo fatto un buon risultato ovunque, e sopratutto alle prossime regionali, il centrodestra unito può vincere in Toscana”.

Autore:

Leonardo Testai

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

27 maggio 2024

Elezioni fiorentine, ecco il manifesto degli ingegneri

Leggi tutto
Territorio

23 maggio 2024

Immobiliare: Engel&Völkers amplia sede a Firenze (ma il problema è trovare case da vendere)

Leggi tutto
Territorio

23 maggio 2024

Fabbrica Europa, Confindustria chiede ai candidati di sostenere l’industria

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci