1 marzo 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

26 gennaio 2024

Comuni al voto a giugno, con la nuova legge 166 sindaci sono ricandidabili

In Toscana le elezioni amministrative si terranno in tre Comuni capoluogo (Firenze, Livorno e Prato), in 34 oltre i 15mila abitanti (con il doppio turno) e in 150 sotto il 15mila abitanti.

Sono 166 i sindaci toscani che potranno ricandidarsi alle elezioni amministrative fissate l’8 e 9 giugno prossimi (quando si voterà anche per le europee), su un totale di 184 Comuni che andranno al voto. l’effetto della nuova norma introdotta dal Consiglio dei ministri, che dà la possibilità di candidarsi al terzo mandato nei Comuni dai 5mila ai 15mila abitanti; mentre nei Comuni fino a 5mila ci si potrà ricandidare senza limiti di sorta. Qui la tabella di Anci Toscana con i dati sulle possibili ricandidature. Senza la novità i sindaci ricandidabili sarebbero stati 117.

Tre Comuni capoluogo in corsa: Firenze, Livorno e Prato

In Toscana le elezioni amministrative si terranno in 34 oltre i 15mila abitanti, 3 dei quali capoluogo (con il doppio turno) e in 150 sotto il 15mila abitanti.

I 34 sopra i 15mila, oltre a Firenze, Prato e Livorno sono: Cortona, San Giovanni Valdarno, Bagno a Ripoli, Borgo San Lorenzo, Calenzano, Castelfiorentino, Certaldo, Empoli, Figline e Incisa Valdarno,Fucecchio, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano In Val Di Pesa, Scandicci, Signa, Follonica, Cecina, Collesalvetti, Piombino, Rosignano Marittimo, Capannori, Ponsacco, Pontedera, San Giuliano Terme, San Miniato, Montemurlo, Agliana, Monsummano Terme, Montecatini-Terme, Colle di Val D’Elsa, Poggibonsi. Per gli altri si rimanda a questa tabella.

Presidente anci: “Nuove regole sono passo in avanti”

La norma che estende il numero dei mandati dei Comuni fino a 15 mila abitanti e toglie ogni limite ai Comuni sotto i 5 mila è un passo avanti molto importante – dichiara il presidente dell’Anci, Antonio Decaro – finalmente viene data una risposta positiva alla richiesta che da anni viene da tutti i sindaci e si sana, almeno in parte, un vulnus democratico che abbiamo sempre giudicato gravissimo. A questo punto diventa inevitabile andare fino in fondo, estendendo il numero dei mandati anche per i sindaci dei Comuni sopra ai 15 mila abitanti. Una volta chiarito che soltanto gli elettori devono avere il diritto di giudicare se i propri sindaci devono essere confermati o mandati a casa, una disparità di trattamento nei confronti di soli 730 comuni più grandi, sul totale dei 7896 comuni italiani, appare davvero incomprensibile, e probabilmente anticostituzionale”. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

01 marzo 2024

Casa, perché i prezzi non calano (ma gli affari sì) in Toscana

Leggi tutto
Territorio

29 febbraio 2024

Nasce Confindustria Toscana Centro e Costa con oltre 1.500 associati

Leggi tutto
Territorio

28 febbraio 2024

I manager protestano contro le tasse: “Salviamo il ceto medio”

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci