20 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

16 giugno 2023

Chi sono i vincitori di “Primavera di Impresa”

Hanno partecipato imprese da tutta Italia ma le premiate dell’edizione 2023 arrivano da Pisa e Lucca.

Lmpe (Lucca), Inta (Pisa) e Technology for automation (anche questa di Pisa), sono i vincitori dell’edizione 2023 del premio Primavera d’Impresa, il concorso rivolto a micro, piccole e medie imprese che siano riuscite, attraverso l’innovazione e la creatività a raggiungere una maggiore competitività.

Questi i progetti vincenti

Il progetto realizzato da Lmpe di Lucca è un materiale che può essere stampato come la plastica, ma riciclato come la carta. Lo hanno chiamato Polypaper, ed è un materiale termoplastico assimilabile alla carta, costituito fino al 51% da cellulosa, trova applicazioni nel packaging e in tutti quei settori il cui rifiuto è “accidentalmente” essere disperso nell’ambiente. E’ nato dall’unione delle conoscenze nell’ambito della cellulosa di Next Materials S.r.l (Politecnico di Milano) e dell’esperienza nel di Lmpe  (spin-off di INSTM).

Uno strumento diagnostico portatile che sfrutta le potenzialità dell’intelligenza artificiale è, invece, il progetto vincitore ideato da Inta, società costituita nel 2020 come spinoff della Scuola Normale Superiore e del Cnr di Pisa. Si chiama Prodigi (Portable Diagnostic Instrument for Bio-analyte Detection and Identification) ed è un prodotto per analisi portabile basato sull’intelligenza artificiale, che sarà dedicato alla rilevazione di danni cerebrali da trauma o alla rilevazione di batteri e virus su pazienti, ma potrebbe trovare utilizzo anche nel monitoraggio ambientale.

Infine, il terzo progetto vincitore è un robot per separare i rifiuti creato dalla pisana Technology for automation. Ari (Artificial Recycling Intelligence) è un sistema automatico robotizzato in grado di selezionare in modo molto più rapido ed efficace rispetto ad occhio e mano umana i rifiuti provenienti dalle discariche.

“Quest’anno ha partecipato un numero davvero importante di imprese, erano 250; ed erano tutte caratterizzate da idee innovative e creative e profili di alto livello” spiega Sara Stefanini, presidentessa dell’associazione di promozione sociale Coltiviamo Cultura promotrice del premio; a conclusione della due giorni di incontri dedicata al Premio.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

20 giugno 2024

Tregua su Amadori, un addio con garanzie (anche per gli avventizi)

Leggi tutto
Impresa

20 giugno 2024

Unicredit supporta lo sviluppo sostenibile di Next Yacht Group srl

Leggi tutto
Impresa

20 giugno 2024

Pitti Bimbo soffre il calo di negozi e prepara l’edizione 100 del rilancio

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci