5 ottobre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

15 marzo 2022

Bilancio 2021 positivo per El.En., malgrado i rincari

Fatturato consolidato in crescita del 40%, utile netto più che raddoppiato: ottimismo per il 2022, con l’incognita della guerra.

Il bilancio 2021 di El.En chiude con numeri positivi, a cui l’azienda fiorentina dei laser conta di dare continuità nell’anno in corso. L’esercizio passato ha visto un fatturato consolidato in crescita del 40%, a 571,4 milioni di euro. Incremento anche per gli utili: l’Ebitda è pari a 80,1 milioni (+96,2%), l’Ebit è pari a 64,8 milioni (+115,4%), e il risultato netto consolidato è positivo per 45,4 milioni (+124,3%. La posizione finanziaria netta cash è positiva per 115,7 milioni di euro.

Il settore medicale, (+35,9% ricavi) nel 2021 ha rappresentato il 54,5% circa del fatturato del gruppo, mentre nel settore industriale la crescita totale del fatturato sfiora il +50%. Malgrado le conseguenze della pandemia Covid-19 e delle conseguenti misure di lockdown, la crescita media annua dal 2019 al 2021 per El.En. è stata pari al 19,4% nel fatturato, al 30,3% nel risultato operativo e al 32,2% nell’utile netto del gruppo. Il Consiglio d’amministrazione proporrà dunque all’assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per azione.

Materie prime ed energia più care anche per El.En.

Negli ultimi mesi del 2021, si legge nella nota di sintesi del bilancio, El.En. ha tuttavia accusato il rincaro dei costi energetici, e l’aumento dei costi di numerose materie prime e componenti, con la difficoltà delle supply chain di svariate categorie merceologiche nel far fronte in maniera tempestiva alla crescente domanda. “Il rincaro dei costi dei materiali – afferma l’azienda – è stato nel 2021 bilanciato dal grande aumento dei volumi, ma sarà più direttamente incisivo nel 2022. L’allungamento dei tempi di consegna ha determinato la necessità di anticipare sia le programmazioni che l’esecuzione stessa degli acquisti, con un maggior rischio sugli impegni di fornitura ed una maggiore immobilizzazione di capitale circolante nelle rimanenze. La crescita del volume di produzione è stata in parte ostacolata dalla carenza di materiali, dalla indisponibilità di alcuni componenti e dalla inaffidabilità dei tempi di consegna programmati e concordati con i fornitori”.

Tuttavia, afferma El.En., “nell’attuale contesto di mercato, e al netto degli effetti sui mercati direttamente coinvolti dal conflitto bellico russo-ucraino, e nell’assunto che gli effetti indiretti della guerra non alterino le positive condizioni dei mercati di sbocco e non ostacolino ulteriormente le catene di fornitura, il gruppo El.En. prevede di proseguire nel 2022 il suo cammino di crescita superando di almeno il 10% il fatturato del 2021 e migliorando il risultato operativo”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

29 settembre 2022

Solvay guarda al territorio, intesa col Comune di Rosignano

Leggi tutto
Industria

23 settembre 2022

Concordato (in continuità) per Fimer, la crisi è finanziaria

Leggi tutto
Industria

20 settembre 2022

La spinta green fa quadruplicare il fatturato di Novatec

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci