20 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

19 marzo 2024

B&C Speakers, un 2023 da record con l’onda del post-Covid

I ricavi salgono a 94 milioni di euro (+14,5%), con l’utile in crescita (+13,4%). Dividendo più ricco rispetto al 2022.

L’onda lunga del post-Covid, con la ripresa degli eventi di musica e spettacolo, porta lontano B&C Speakers: con il 2023 l’azienda di Bagno a Ripoli per la prima volta nella sua storia chiude l’anno ad oltre 94 milioni di euro di fatturato, con una crescita dei ricavi del +14,5%. Parte di tale incremento (2,5 milioni) è stato realizzato dalle neo controllate Eminence Speakers Llc e B&C Speakers China, che vi hanno contribuito solo per la parte finale dell’esercizio.

La crescita dei volumi è stata del +6,5% rispetto al 2022, mentre la restante parte della crescita viene motivata dall’azienda dell’audio professionale con un migliore mix di vendita. Nel complesso delle aree geografiche, solo il Nord America si è fermato (-2%), mentre la crescita 2023 è in doppia cifra sia per l’Europa (+14%), che genera il 47% del fatturato di B&C Speakers, sia per Asia Pacific (+15%), America Latina (+59%), Italia (+25%), Medio Oriente e Africa (+97%, ma rappresenta solo l’1% dei ricavi).

Dividendo più ricco per gli azionisti

L’Ebitda consolidato di B&C Speakers è di 21,8 milioni di euro (+7,7%), mentre l’utile complessivo di gruppo è di 13,91 milioni (+13,4%). La posizione finanziaria netta, confermando il trend registrato a metà 2023, si riduce da 9,4 milioni di fine 2022 a 0,65 milioni di fine 2023. Il portafoglio ordini ammonta a 20,79 milioni, contro i 46,3 milioni di fine 2022. In virtù di tali risultati, il Consiglio d’amministrazione proporrà all’assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo ordinario pari a 0,70 euro per ogni azione posseduta, in crescita del 16% rispetto al dividendo 2022.

“Il 2023 è stato un anno di ulteriore eccellente crescita per i marchi del gruppo B&C Speakers, motivato dalla ripartenza a doppia velocità del mercato entertainment dopo il lungo stop causato dalla pandemia”, afferma l’amministratore delegato Lorenzo Coppini, secondo cui “il recente sviluppo di nuove tecnologie proprietarie che stanno suscitando grande interesse nel mercato core del Pro Audio e in quello più ampio del Consumer Electronics ci fa guardare al prossimo futuro con grande ottimismo e determinazione”. (lt)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

18 aprile 2024

Baker Hughes apre a Massa il nuovo Apuane Learning Center

Leggi tutto
Industria

16 aprile 2024

PharmaNutra, nel 2023 crescono i ricavi (+21,1%) e anche l’utile (+2,7%)

Leggi tutto
Industria

15 aprile 2024

Contratto Piaggio-Mimit, progetto E-Mobility da 112 milioni a Pontedera

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci