28 settembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

27 aprile 2022

Autorità portuale Toscana, Viareggio al Tar per il segretario

Annunciato un ricorso contro la nomina di Rosselli effettuata dalla Regione dopo un anno di stallo.

Il Comune di Viareggio farà ricorso al Tar della Toscana contro la nomina di Alessandro Rosselli a segretario dell’Autorità portuale regionale, decretata il 22 aprile scorso dal presidente della Regione Eugenio Giani con un apposito provvedimento. L’Autorità regionale detiene tutte le funzioni di pianificazione, programmazione, progettazione e realizzazione degli interventi pubblici nonché di rilascio e gestione delle concessioni demaniali nei porti di Viareggio, Porto Santo Stefano, Isola del Giglio e Marina di Campo.

Un braccio di ferro lungo un anno

La nomina era attesa da un anno e, si legge nel decreto, era considerata “non più procrastinabile” perché “la gestione commissariale che dura ormai da un anno consente solo funzioni limitate al compimento dell’attività di ordinaria amministrazione e quindi non permette la programmazione di attività e lavori fondamentali per i porti, quali ad esempio la realizzazione del sabbiodotto di Viareggio, opera rilevante per cui la Regione ha ottenuto il finanziamento da parte dello Stato; similmente l’attuale condizione di commissariamento non consente l’avanzamento delle attività di pianificazione e dei procedimenti relativi al piano regolatore portuale, con conseguente blocco di iniziative di sviluppo portuale”.

Tuttavia non c’è stato un accordo unanime sul candidato alla carica di segretario generale. la Regione ha proposto Rosselli, architetto, attualmente dipendente della Regione Toscana, che ha avuto il parere favorevole da parte dei Comuni di Isola del Giglio, Campo nell’Elba e Monte Argentario. Il Comune di Viareggio ha espresso parere contrario e ha avanzato la candidatura dell’avvocato Fabrizio Miracolo, sul quale però Giani ha manifestato perplessità. Da qui la decisione della Regione di nominare Rosselli, perché il tentativo di un’intesa con Viareggio “non può comunque determinare un insuperabile stallo alla definizione del procedimento”, si legge nel decreto.

Del Ghingaro attacca: “Una forzatura che ci offende”

“Vorrei precisare – ha però ribattuto il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro – che ne avevo fatto anche un altro di nome: si tratta dell’ammiraglio Giuseppe Tarzia, con tanto di pec inviata il 21 aprile scorso, mentre il 22 è stato nominato Rosselli. Del fatto che avessi proposto un altro nominativo non viene fatta menzione nell’atto di nomina, ed è per questo motivo che faremo ricorso al Tar per richiedere la sospensiva”. Per il sindaco, la nomina di Rosselli è “una forzatura” che “lede gravemente i rapporti istituzionali tra i due enti e offende l’intera comunità di Viareggio, che considera il complesso portuale una ricchezza per la città ed un vero e proprio motore di sviluppo per il futuro”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

27 settembre 2022

Fotovoltaico, impianti aziendali fermi per i mancati allacci

Leggi tutto
Territorio

26 settembre 2022

La carica del proporzionale: ecco gli eletti in Toscana

Leggi tutto
Territorio

26 settembre 2022

Rigassificatore di Piombino appeso al nuovo Governo

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci