26 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

22 dicembre 2021

Alla Toscana un miliardo dal Pnrr

Grande parte degli interventi riguardano la transizione ecologica e la transizione verde. Nella graduatoria italiana la Toscana è al dodicesimo posto per risorse assegnate

Tra Next Generation Ue e dunque Pnrr, Piano complementare (Pc) e risorse nazionale, la Toscana può beneficiare di un miliardo e 51 milioni.

La nostra regione al dodicesimo posto per risorse assegnate

È quanto emerge dal ministero delle infrastrutture e delle mobilità sostenibili che ha definito gli atti di ripartizione e di assegnazione delle risorse delle regioni italiane. Nella graduatoria italiana la Toscana è al dodicesimo posto per risorse assegnate dietro Sicilia (al primo posto, con 3,4 miliardi), Campania, Puglia, Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Calabria, Liguria, Sardegna, Veneto e Piemonte. Di questi fondi 759,4 milioni arrivano dal Pnrr, 292,3 mln da Pc e altre risorse nazionali.

Gli investimenti in dettaglio

Nel dettaglio la gran parte degli interventi in Toscana riguarda la rivoluzione verde e transizione ecologica con 668,4 mln, seguito da infrastrutture per la mobilità sostenibile (191,7 mln), coesione e inclusione (177,6 mln) e digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo (14,1 mln).

In riferimento alla rivoluzione verde le risorse sono ripartite in sviluppo del trasporto rapido di massa (372 mln), edilizia residenziale pubblica e cittadelle giudiziarie (94,9 mln), rinnovo autobus (87,3 mln), invasi e gestione sostenibile delle risorse idriche (57,4 mln), mobilità ciclistica (28,4 mln) e rinnovo treni (27,9 mln).

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

24 giugno 2022

Case, in Toscana le compravendite crescono anche nel primo trimestre 2022 (+17%)

Leggi tutto
Territorio

23 giugno 2022

Querci confermato presidente dell’Interporto di Prato

Leggi tutto
Territorio

22 giugno 2022

La Regione salva in extremis la norma sulle semplificazioni Pnrr

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci