23 febbraio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

10 agosto 2023

Aeroporto di Pisa, Gdf: valuta non dichiarata per 1 milione di euro

La Guardia di Finanza di Pisa ha scoperto nei primi sei mesi di quest’anno nello scalo pisano oltre un milione di euro di denaro occultato.

Oltre un milione di euro di valuta non dichiarata intercettata dalla Guardia di Finanza di Pisa e dall’Agenzia dogane e monopoli durante i controlli del traffico di passeggeri all’aeroporto Galileo Galilei di Pisa nel primo semestre di quest’anno. Il traffico dello scalo pisano ha registrato, nei primi sei mesi del 2023, il transito di circa 3,6 milioni di viaggiatori, con un incremento del 29% rispetto al 2022, con l’apertura di nuove rotte da e verso i paesi del Medio Oriente. 

Elevate sanzioni pari a oltre 22 mila euro

Al maggiore afflusso di passeggeri in partenza e in arrivo, è corrisposto un maggiore impegno congiunto da parte dei militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Pisa e dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) di Pisa, in termini di interventi a salvaguardia delle normative doganali e valutarie. In particolare, i controlli transfrontalieri hanno portato all’individuazione di valuta non dichiarata per un ammontare complessivo pari a 1.069.624 euro. Le attività ispettive valutarie nel primo semestre del 2023 hanno permesso di sottoporre a sequestro amministrativo 24.500 euro ed elevare 80 distinte sanzioni pecuniarie ai passeggeri trasgressori per complessivi 22.389 euro. In genere, il denaro è stato rinvenuto all’interno del bagaglio a mano o direttamente sul passeggero. In alcuni casi, tuttavia, sono stati escogitati espedienti più originali quali l’occultamento delle banconote nella fodera del bagaglio o all’interno di capi d’abbigliamento.

Recidivi viaggiatori da Marocco, Albania e Polonia

Gli interventi di maggiore rilievo hanno riguardato in particolare 5 viaggiatori “recidivi”, provenienti dal Marocco e dall’Albania che, nei cinque anni precedenti, avevano commesso la medesima violazione e nei confronti dei quali si è proceduto all’adozione del sequestro amministrativo di parte della somma trasportata. Inoltre un passeggero proveniente dalla Polonia è stato trovato in possesso di 56.000 euro in contanti e si è proceduto al sequestro del 50% della somma eccedente 10.000 euro. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Finanza

14 febbraio 2024

Fises, nel 2023 oltre 7 milioni di euro erogati per le imprese

Leggi tutto
Mercati

12 febbraio 2024

Toscana: la crisi di Suez mette a rischio tre miliardi di export e (soprattutto) 5,5 miliardi di import strategico

Leggi tutto
Banche

09 febbraio 2024

Con i conti in ordine Banca Mps torna ad assumere: 300 entro il 2024

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci