26 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

11 maggio 2022

Aeroporto di Firenze, sogno 2025 per i lavori della pista

Dopo il primo ok dell’Enac al progetto da 2.200 metri Toscana Aeroporti si avvia a stilare il nuovo Masterplan.

Le incognite sono ancora molteplici, ma il riavvio della progettazione della nuova pista dell’aeroporto di Firenze potrebbe condurre, nella migliore delle ipotesi, all’avvio dei lavori nel 2015. Il nuovo progetto di pista da 2.200 metri, con un’inclinazione diversa dal vecchio Masterplan presentato da Toscana Aeroporti, ha ottenuto un primo via libera dal consiglio d’amministrazione di Enac, e diventerà oggetto di un nuovo Masterplan che la società elaborerà in questi mesi per poterlo presentare a inizio autunno 2022.

La Regione vuole un dibattito coi Comuni

La procedura vedrebbe quindi una valutazione tecnica da parte di Enac sul nuovo Masterplan, l’avvio della Valutazione ambientale strategica (Vas) e della Valutazione d’impatto ambientale (Via), per arrivare a un ipotetico avvio dei lavori a due anni e mezzo da oggi. Tuttavia il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, principale sponsor politico della nuova ipotesi di pista allungata, pone una condizione: “A differenza del passato, io voglio nuovamente sviluppare il confronto con i sindaci dei Comuni interessati, e aprire una fase di dibattito pubblico”.

Non a caso, nell’ottica di tenere dentro il confronto anche i Comuni più riottosi, parlando con i cronisti Giani si è prodotto in un elogio del sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi, che rimane contrario al progetto: “Negli incontri che abbiamo fatto – ha detto il governatore – il sindaco Falchi si è dimostrato persona seria e costruttiva. Io apprezzo le sue opinioni, perché nel momento in cui sono positive o sono negative sono sempre molto motivate, e danno uno stimolo”. Tuttavia, per Giani, il nuovo progetto di pista “declinata” è “un progetto veramente migliorativo” della situazione attuale.

Le imprese esultano, la politica si divide

La ripresa del percorso di potenziamento dell’aeroporto di Peretola è accolta favorevolmente dal mondo produttivo: “L’aeroporto è centrale per lo sviluppo non solo di Firenze ma di tutta la Toscana”, sostiene Jacopo Ferretti, segretario generale di Confartigianato Firenze, secondo cui il via libera preliminare dell’Enac alla nuova pista “toglie ogni alibi ai contrari, non ci sono più scuse: adesso si deve accelerare l’iter per la realizzazione della nuova pista del Vespucci”. Diverse invece le reazioni dal mondo politico: favorevoli Partito Democratico e Italia Viva, contrari Movimento 5 Stelle e sinistra radicale, attendista il centrodestra che dà grande risalto al no di Sesto.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

24 giugno 2022

Case, in Toscana le compravendite crescono anche nel primo trimestre 2022 (+17%)

Leggi tutto
Territorio

23 giugno 2022

Querci confermato presidente dell’Interporto di Prato

Leggi tutto
Territorio

22 giugno 2022

La Regione salva in extremis la norma sulle semplificazioni Pnrr

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci