25 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

10 gennaio 2022

In arrivo 120 milioni per Cantiere Toscana

Il progetto raccoglie 119 interventi in tutta la regione, sostenuti grazie a un finanziamento da parte del Cipess: opere idrauliche, di forestazione, di edilizia residenziale.

Leonardo Testai

Interventi per un totale di oltre 120 milioni di euro in 74 comuni di tutte le province toscane. Sono i numeri di “Cantiere Toscana”, progetto che raccoglie 119 interventi in tutta la regione, sostenuti con un finanziamento da parte del Cipess, il Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile.

“Entro la fine dell’anno prenderanno il via tutti i cantieri, mentre le opere avranno tempi di realizzazione diversi”, ha spiegato in conferenza stampa il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. “Siamo di fronte ad un imponente numero di interventi di varia natura – ha aggiunto -, la cui realizzazione era attesa da tempo. Si trattava di presentare domande per ottenere contributi rispetto ad opere che avevano progetti immediatamente cantierabili, e così abbiamo fatto”.

Tutti gli interventi dei 120 milioni per Cantiere Toscana

Beneficeranno di queste risorse in primo luogo le scuole, con interventi edilizi che ristrutturano e privilegiano l’efficientamento energetico e la manutenzione antisismica. Spazio anche agli interventi a favore della tutela del suolo con la regimentazione idraulica e la messa in sicurezza del territorio, progetti di forestazione in ambito urbano per ridurre le emissioni climalteranti, progetti sui trasporti e la mobilità, opere per la difesa del suolo e di protezione civile, per la messa in sicurezza del territorio.

Il pacchetto di ‘Cantiere Toscana’ comprende anche aiuti alle imprese per un totale di 9,6 milioni di euro in gran parte per i settori ricerca e sviluppo e quasi altrettante risorse (9,2 milioni) destinate a servizi e forniture, come l’informatizzazione e la digitalizzazione. Non mancano progetti in materia culturale, come gli interventi su musei, teatri e spazi pubblici. Otto milioni di euro sono destinati all’acquisizione di alloggi pronti da destinare all’Edilizia residenziale pubblica.

Per il porto di Viareggio un intervento da 5 milioni

Nel dettaglio, tra gli interventi figura quello destinato a risolvere l’insabbiamento di cui soffre il porto di Viareggio e a garantire il ripascimento degli arenili. L’intervento comprende progettazione esecutiva e realizzazione di un’opera marittima esterna alla diga, sopraflutto, per l’ intercettazione del flusso sedimentario e di una condotta sottomarina. Questa, attraverso una stazione di rilancio localizzata presso il molo sottoflutto, consentirà di pompare i sedimenti lungo il litorale per consentire il ripascimento stagionale. L’intervento, da 5,1 milioni di euro, consentirà a Viareggio di far fare un salto di qualità al porto e al suo sviluppo; la stazione appaltante sarà l’Autorità portuale toscana. Mi sento di poter affermare – sostiene Giani – che, grazie alla Regione, Viareggio potrà avere un porto all’altezza del ruolo che la città esercita sul mare, con i suoi cantieri e i suoi approdi”.

E’ previsto anche un intervento analogo che interessa il porto canale di Castiglione della Pescaia, la ciclovia Tirrenica e quella tra Lucca e Capannori lungo l’acquedotto del Nottolini, l’adeguamento degli argini del Lago di Porta a Montignoso, le casse di espansione sul Certosa a Lucca. E ancora, la realizzazione della nuova biblioteca a Larciano (Pistoia) e di un polo culturale a Piombino, l’adeguamento di edifici scolastici a Capannoli come a Empoli, Poggibonsi, Pistoia, Vaiano, Cerreto Guidi, Borgo a Mozzano. Nella sola area fiorentina sono 22 gli interventi, per un valore totale di 25,989 milioni. In questo caso i comuni interessati sono Barberino di Mugello, Dicomano, Vinci, Reggello, Fucecchio, Empoli, Certaldo e Cerreto Guidi.

“Investire per superare l’emergenza economica”

Per Giani, più in generale, la Regione deve oggi “affrontare le questioni dell’emergenza sanitaria avendo sempre presente il parallelo percorso per superare l’emergenza economica e attivare il volano degli investimenti”. Per questo i 120 milioni per Cantiere Toscana sono un segno importante: “Fra gli investimenti si è parlato tanto e giustamente di Pnrr, si è parlato dei fondi strutturali europei, si è parlato dei fondi che nascono dai vari rivoli da parte dello Stato: noi che avevamo questa disponibilità di erogazione verso le Regioni dei Fondo di sviluppo e coesione, attiviamo questi 120 milioni in 119 cantieri per il beneficio di 74 comuni”.

Autore:

Leonardo Testai

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

24 giugno 2022

Case, in Toscana le compravendite crescono anche nel primo trimestre 2022 (+17%)

Leggi tutto
Territorio

23 giugno 2022

Querci confermato presidente dell’Interporto di Prato

Leggi tutto
Territorio

22 giugno 2022

La Regione salva in extremis la norma sulle semplificazioni Pnrr

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci